Casa dell’anziano dell’orrore: in manette i proprietari

L'11 gennaio scorso in un incendio morirono sei persone

Vigili del fuoco e polizia sul luogo della tragedia. Foto Igor Kralj/PIXSELL

Sono stati arrestati questa mattina, 4 febbraio, i proprietari della Casa dell’anziano di Andraševac, a una cinquantina di chilometri a nord di Zagabria, dove l’11 gennaio scorso sei anziani morirono in un incendio. A finire in manette sono stati una 48.enne e un 51.enne che si sono macchiati di diversi reati. Dopo la tragedia, infatti, è stato scoperto che la Casa dell’anziano lavorava praticamente in modo abusivo e che la struttura adiacente alla Casa riposo in cui hanno perso la vita 6 persone era stata costruita senza le licenze necessarie. Dopo il tragico incendio la Zelena oaza (Oasi verde) – questo il nome della Casa dell’anziano – è stata setacciata dall’ispezione del lavoro e della tutela sul lavoro, nonché da quella sanitaria ed edilizia: soltanto l’ispezione sanitaria non ha riscontrato gravi inadempienze.

Facebook Commenti