Carta d’identità elettronica disponibile anche al Consolato di Fiume

Facsimile della carta d’identità elettronica italiana

Continua l’impegno del governo di Roma per quanto riguarda la disponibilità della carta d’identità elettronica (CIE) agli italiani residenti all’estero, assicurando così loro non soltanto un documento di viaggio, ma anche uno strumento fondamentale per interagire via web con l’amministrazione pubblica italiana. Una conferma in tal senso giunge anche dal Consolato generale d’Italia a Fiume, dove l’emissione del documento su scheda magnetica inizierà a partire da lunedì, 30 novembre. Ciò significa, viene precisato dal Consolato generale, che l’ultimo giorno utile per emettere le carte di identità cartacee (CIC) è venerdì 27 novembre 2020. Le ultime richieste per la carta d’identità cartacea dovranno pervenire pertanto al massimo entro il 15 novembre.
Tenuto conto delle raccomandazioni tese a proteggere la salute e limitare la diffusione del nuovo coronavirus, per richiedere la carta di identità elettronica (CIE) è obbligatorio prendere un appuntamento con almeno 15 giorni d’anticipo, telefonando ai numeri 051 355200/201/222/230/240; inviando un e-mail all’indirizzo [email protected] e comunicando i seguenti dati: nome, cognome, data e luogo di nascita, stato civile (libero, coniugato, divorziato, ecc.), indirizzo di residenza e composizione del nucleo familiare, soprattutto in presenza di figli minori. Occorre in seguito presentarsi di persona al Consolato per la rilevazione delle impronte (impronte non richieste per i minori di 12 anni, per i quali è comunque necessaria la presenza per poter essere identificati). Tutti i richiedenti (minori compresi) dovranno essere muniti di codice fiscale (in mancanza scrivere una mail a: [email protected]).
Per evitare che il connazionale venga più di una volta in Consolato è necessario che i dati di cui sopra (nome, cognome, data, luogo di nascita, ecc.) siano perfettamente allineati con quelli posseduti dal Comune di residenza AIRE. Non sono ammessi dati discordanti. Per eventuali aggiornamenti dei propri dati (in caso di matrimonio, nascita di figli, cambio indirizzo…) non comunicati in precedenza al Consolato, telefonare a: 051 355200/201//230/240 o scrivere all’indirizzo mail: [email protected]; [email protected]
La carta di identità elettronica (CIE) sarà spedita dall’Italia direttamente all’indirizzo estero del connazionale, per cui dal Consolato viene sottolineata la fondamentale importanza di un indirizzo aggiornato e preciso del richiedente). Per quanto riguarda i costi in euro va detto che quello complessivo ammonta a euro 21,95, di cui: euro 16,79 coprono il costo della carta (13,76 + IVA 22 p.c. euro 3,03), mentre i rimanenti euro 5,16 sono a copertura dei diritti fissi. In caso di furto, smarrimento o deterioramento della precedente CIE ancora valida si può chiedere un duplicato. In questo caso il costo complessivo ammonta a euro 27,11 (16,79, IVA inclusa, costo carta e 10,32 per i diritti fissi). Nel caso in cui il duplicato venga richiesto per mancata consegna della CIE non dovuta a responsabilità del connazionale il rilascio è gratuito.

Facebook Commenti