Carnevale fiumano. Una domenica da primato

Numeri importanti per la 37ª edizione della grande sfilata internazionale. In Corso saranno presenti oltre 11mila maschere in rappresentanza di 116 gruppi di cui 24 provenienti dall’estero

Il Corso verrà invaso da oltre 11mila maschere

Sarà una sfilata di Carnevale da primato quella che si svolgerà domenica 23 febbraio e che segnerà la fine di tutto il programma all’insegna delle maschere. Ben 116 gruppi, per un totale di oltre 11mila partecipanti, sfileranno lungo il Corso durante la 37ª edizione della kermesse. Tra questi ci saranno 24 gruppi provenienti dall’estero e 14 da altre Regioni della Croazia. 119 invece i giornalisti accreditati di tutto il mondo, che seguiranno l’evento promuovendo Fiume e le sue bellezze. “Anche se non vedo l’ora di partecipare a quello che abbiamo definito l’evento più importante nell’ambito di Fiume Capitale europea della Cultura 2020, d’altra parte mi rattrista il fatto che tutta il Carnevale stia arrivando alla fine – ha detto il sindaco Vojko Obersnel –. Oltre alle migliaia di partecipanti ci saranno altrettanti spettatori che arriveranno da varie parti del mondo. Sabato invece si svolgerà l’ormai tradizionale Ballo umanitario al quale presenzieranno Ambasciatori di Irlanda, India, Italia, Giappone, Canada, Corea del Sud, Lituania, Serbia, Svizzera e Germania. Ci saranno poi rappresentanti delle ex e future Capitali della Cultura, gli amici di Este, Faenza, Kawasaki, Neuss e tanti altri ancora. La peculiarità di quest’anno riguarda il fatto che ci sono stati, e ci saranno in questi giorni, numerosi eventi in maschera che sono strettamente legati al programma di CEC. Invito quindi tutti a partecipare alla sfilata di domenica”. Il sindaco ha inoltre voluto ringraziare in particolare modo gli scampanatori per il loro supporto dato durante l’inaugurazione del 1º febbraio.
Il coronavirus blocca i gruppi
Tra i vari gruppi che avrebbero dovuto partecipare alla sfilata internazionale, erano annunciati anche quelli della Corea del Sud e Cina, i quali, come confermato da Petar Škarpa, direttore dell’Ente per il turismo locale, non arriveranno a Fiume a causa dell’allarme coronavirus. “Avremo però l’occasione più unica che rara di vedere in un solo giorno come viene vissuto il Carnevale in altre parti del mondo. Non dobbiamo dimenticare che il Carnevale fiumano è stato messo nella lista dei 500 eventi da non perdere in Europa, mentre si trova al primo posto per quanto riguarda quelli nazionali”, ha detto Škarpa.
Pronti per l’evento e carichi d’energia la reginetta di quest’anno, Dora Pilepić e Mastro Toni. “Abbiamo visitato quasi tutti gli eventi che si sono svolti finora, sia di giorno che di notte. Siamo pronti perché chi vive per il Carnevale si ‘allena’ tutto l’anno. Non vediamo l’ora di sentire tutte quelle vibrazioni positive che invaderanno la città domenica”, ha detto Mastro Toni. Presenti all’evento anche Zlatan Car, presidente del Rotary club San Vito Fiume, Nikola Praštalo dell’INA, sponsor del ballo umanitario e Ivan Kodrnja della Erste Bank, sponsor della sfilata.
Diretta TV
Quest’anno tutti gli interessati avranno l’occasione di assistere alla diretta non solo sulla TV locale Kanal RI, ma anche sul quarto programma della TV nazionale, nonché in streaming sul nostro sito.
In Corso pure le future Capitali della Cultura
Visto che il Carnevale fiumano rientra nel programma di CEC 2020, alla sfilata di domenica prenderanno parte vari gruppi che assumeranno nei prossimi anni questo ambito titolo. Come detto da Emina Višnić, direttrice dell’azienda Rijeka2020, gli spettatori avranno così l’occasione di vedere come viene vissuto il Carnevale in altre parti del mondo. Tra questi ci sarà il gruppo Macnas proveniente da Galway, città irlandese che quest’anno condivide il titolo di CEC 2020 assieme a Fiume. Si tratta di un gruppo teatrale, fondato nel 1986, che si esibisce suonando tamburi di vario tipo e che nel corso della sua carriera ha ottenuto numerosi premi. Il gruppo KaGePe di Esch (Lussemburgo) arriverà a Fiume con 47 membri e assieme a quello della città di Kaunas, in Lituania, porterà il titolo di CEC nel 2022. Non mancherà il gruppo di Novi Sad (Serbia, CEC 2021), che presenterà la mitologia slava e quello di Veszprém (Ungheria, CEC 2023), nato appositamente per poter partecipare al Carnevale fiumano.
Presenti inoltre anche i rappresentanti della rete carnevalesca della Lucania, con 45 membri, che presenteranno il Carnevale di Tricarico, Lavello e Montescaglioso.
Il meteo esclude il rischio di piogge
Se le ultime 48 ore sono state caratterizzate da un cielo grigio e da un po’ di pioggia, ecco che a partire da oggi il sole tornerà nuovamente a illuminare le nostre giornate, con il quadro climatico che non riesce proprio ad assumere connotati almeno un po’ più consoni al calendario. La rimonta dell’alta pressione ci proietterà di nuovo in una prolungata fase stabile, soleggiata e con temperature ben oltre la media del periodo. In altre parole, l’area anticiclonica è pronta a… mangiarsi l’inverno. Per la gioia in particolare degli aficionados del Carnevale. Domenica è infatti in programma l’attesissima sfilata internazionale in Corso e in tanti allora con largo anticipo iniziano a scrutare il cielo e a consultare le previsioni nel tentativo di capire che tempo farà, ma soprattutto se ci sarà bisogno dell’ombrello oppure no. Salvo improbabili stravolgimenti atmosferici dell’ultim’ora, questo potrà venire tranquillamente lasciato a casa. Ma andiamo con ordine. Intanto oggi ancora qualche nuvola nasconderà il sole, con la possibilità anche di qualche timida goccia di pioggia nel tardo pomeriggio. Da domani però l’incursione della bora spazzerà via le ultime residue velature, regalandoci bellissime giornate almeno fino all’inizio della prossima settimana. L’anticiclone non dovrebbe pertanto subire scossoni nemmeno per la grande festa di domenica. La prima parte della giornata dovrebbe essere all’insegna del sole, poi a partire dalle ore centrali un po’ di ventilazione meridionale favorirà una più diffusa nuvolosità, ma senza il rischio di piogge. Dando infine uno sguardo alle temperature, le massime saranno comprese tra gli 11 e i 13 gradi. Insomma, condizioni praticamente ideali per godersi al meglio la giornata più pazza dell’anno, divertirsi e accantonare per un attimo i problemi che attanagliano la nostra esistenza.

Facebook Commenti