Capodistria, 66 nuovi contagi. Colpa dei test rapidi?

Piazza Carpaccio a Capodistria

In Slovenia si registrano molti nuovi focolai. Lo ha sottolineato il portavoce del governo Jelko Kacin. Tuttavia, il numero e la proporzione più elevata di test positivi potrebbero anche essere attribuibili a più screening di massa grazie ai test rapidi, con cui vengono rilevate più contagi (asintomatici). Si distingue Krško con 97 contagi, Slovenska Bistrica con 73, Novo mesto con 77, Capodistria con 66, Idria con 56, Velenje con 55, Trebnje con 32, Šentjur con 30, Villa del Nevoso (Ilirska Bistrica) con 32 e Brežice con 37 contagi. Ci sono stati anche 219 contagi a Lubiana e 165 a Maribor, le due più grandi città.
Oggi, mercoledì 2 dicembre, su 7.178 test effettuati sono state riscontrate positive 2.428 persone, il che significa una percentuale pari al 33,83% di contagi su tutti i testati. È il terzo riscontro più alto dell’inizio della pandemia ad oggi. Sono invece 1.285 i pazienti con Covid-19 ricoverati negli ospedali, mentre 57 hanno perso la battaglia contro il coronavirus.
I dati odierni indicano una serie di nuovi focolai.

Facebook Commenti