Capak e un ministro aggiunto in isolamento

Il primo tampone a cui sono stati sottoposti è risultato negativo

Krunoslav Capak, direttore dell'Istituto nazionale per la salute pubblica. Foto Damir Sencar/HINA/POOL/PIXSELL

Krunoslav Capak, il direttore dell’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzjz), che abbiamo avuto modo di conoscere negli scorsi mesi come membro della task force nazionale per la lotta al coronavirus, è da giovedì sera, 18 giugno, in isolamento. Anche il ministro aggiunto della Salute, Vera Katalinić Janković, è costretta a rimanere a casa per i prossimi 14 giorni. Entrambi hanno partecipato lunedì scorso, 15 giugno, a una conferenza nel corso della quale sono stati presentati i risultati di un’indagine sul papilloma virus umano (Hpv) tra i giovani. Alla presentazione ha partecipato anche una persona che si sospetta abbia contratto il Covid-19. I primi tamponi a cui sono stati sottoposti Capak e la dottoressa Janković sono risultati negativi.
“Questo caso dimostra che non è giunto ancora il momento di rilassarci completamente – si legge in un comunicato emesso dall’Istituto nazionale per la salute pubblica, di cui Capak è direttore -. La persona che ha contratto il Covid-19 e che è stata tra gli ospiti della presentazione svolta nella sede dell’Hzjz lunedì scorso, è stata contagiata perché ha soggiornato per caso in un luogo dove c’erano diverse persone che non conosceva. Fortunatamente i servizi preposti hanno subito riconosciuto il pericolo e sono state intraprese tutte le misure necessarie per evitare altri casi”.

Facebook Commenti