Brazza, caccia di frodo a tonni: presi e multati

Una motovedetta della Polizia marittima croata. Foto Hrvoje Jelavic/PIXSELL

Lo scorso fine settimana, la polizia marittima ha trovato due uomini impegnati in pesca di frodo vicino all’isola di Brazza (Brač), motivo per cui devono versare allo Stato a nome della multa che si sono visti comminare un totale di circa 74mila kune (10mila euro circa). I due stavano cacciando tonni. Gli agenti hanno fermato un 39. enne e un 30.enne nella baia di Smrka. Il più anziano è stato trovato con due esemplari per un totale di 76 chilogrammi. Al più giovane è stato sequestrato un esemplare di una quarantina di chili. I due sono stati colti in flagranza di reato perché nella pesca sportiva e ricreativa, la pesca del tonno “pinna azzurra” può essere svolta solo seguendo la regola «cattura e rilascia».

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.