Bosnia, la Sipa arresta Zoran Mamić

Zoran Mamić. Foto: Luka Stanzl/PIXSELL

Gli agenti dell’agenzia bosniaco-erzegovese  per le indagini e la protezione  (SIPA) oggi hanno arrestato  l’ex allenatore della Dinamo Zoran Mamić, fratello del faccendiere Zdravko al centro dello scandalo con il sistema giudiziario croato e accusato di  essersi appropriato indebitamente  di denaro dal conto della Dinamo.

Secondo la procedura legale, Mamić sarà portato al tribunale della Bosnia Erzegovina, dove il giudice dell’estradizione dovrebbe determinare di quali documenti è in possesso.  Se ha documenti validi che confermano la sua doppia cittadinanza croata e bosniaca , Mamić non potrà essere estradato in Croazia fino a nuovo avviso, in conformità con le normative  di legge.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.