Bimba picchiata a morte. Bogdan: «Non sono state riscontrate irregolarità»

Processione silenziosa davanti all'ospedale pediatrico di via Klaić a Zagabria, dov'è spirata la bimba

“Non sono state riscontrate irregolarità nell’operato del Centro per l’assistenza sociale di Nova Gradiška”. Lo ha dichiarato la presidente della Camera croata di psicologia, Andrea Bogdan, commentando la morte della bimba di due anni e mezzo dopo essere stata picchiata dalla madre. Bogdan, al termine della riunione con il ministro del Lavoro e della Politica sociale, Josip Aladrović, ha sottolineato che al Centro per l’assistenza sociale di Nova Gradiška, nell’est del Paese dove si è verificato il fattaccio, è stata inviata un’ispezione, il cui referto è atteso entro la fine della settimana. “La Camera croata di psicologia effettua i controlli nel rispetto del nostro regolamento – ha specificato la Bogdan -. Noi verifichiamo se i procedimenti messi in atto sono in armonia con le regole della professione. Non entriamo nel merito dell’accaduto. Però, già ora posso dire che non sono state riscontate irregolarità nel funzionamento del Centro”.
La presidente della Camera croata di psicologia ha concluso ricordando che durante la pandemia “assistiamo a un crescente numero di episodi di violenza in famiglia. Si tratta di un grave problema, ma le nostre forze non sono sufficienti per affrontare questa ondata di violenza”.

Facebook Commenti