Bilancio 2022. CNI, «tesoretto» da 4 milioni di euro

Radin assicura alla CNI i soldi per scuole, asili e l'istroveneto

0
Bilancio 2022. CNI, «tesoretto» da 4 milioni di euro
Il vicepresidente del Sabor e deputato della CNI, Furio Radin

Sono oltre 4 milioni di euro le risorse che la Croazia destinerà alla CNI nel 2022. A tanto ammontano i finanziamenti destinati ai progetti dell’etnia contemplati dal Bilancio nazionale per l’anno venturo. Circa il 70 p.c. della somma sarà investito nella realizzazione di progetti capitali (la SEI di Cittanova, l’asilo di Fiume, la Casa dell’Istroveneto…). Il resto del “tesoretto” sarà utilizzato per altri scopi, in primis il finanziamento delle Comunità degli Italiani. Il vicepresidente del Sabor e deputato della CNI al Parlamento croato, Furio Radin, ha espresso soddisfazione per la sensibilità dimostrata dal governo nei confronti delle minoranze nazionali (il Budget dell’Ufficio per la tutela dei diritti umani e i diritti delle minoranze nazionali è lievitato a quasi 194 milioni di kune (+61 p.c.) e quello del Consiglio per le minoranze nazionali a oltre 50 milioni (+9,7 p.c.)). Radin si è detto ottimista in merito alla possibilità che gli stanziamenti destinati alle minoranze nel 2022 possano lievitare ulteriormente in occasione delle manovre di assestamento di Bilancio. Stando a fonti ufficiose, a Zagabria si starebbe già vagliando la possibilità di destinare ulteriori 25 milioni di kune di finanziamenti pubblici alle comunità nazionali.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display