Beroš: «Lauc va espulso dal Cts». Il premier conferma

Gordan Lauc. Foto: Goran Stanzl/PIXSELL

Il ministro della Salute Vili Beroš  ha preannunciato che “è giunto il momento di espellere Gordan Lauc dal Comitato tecnico-scientifico (Cts) del governo”. Il motivo? Il biologo ha invitato i cittadini a scendere in piazza e protestare contro l’obbligo del certificato Covid. In un post su Facebook, Lauc, inoltre ha paragonato l’Esecutivo al regime comunista di Tito, “quando i politici si preoccupavano della salute dei cittadini”.
“Oggi Lauc ha fatto un post che, per quanto riguarda il contenuto, appartiene al dominio della politica – ha detto il premier Andrej Plenković -. Tutto ciò che i membri del Consiglio dicono personalmente nei momenti in cui il Cts non è in sessione, lo fanno per conto proprio. Questo è stato un passo avanti, non vedo perché sostenga la violazione delle misure e non vedo come possiamo continuare ulteriormente la nostra cooperazione”, ha detto il primo ministro anticipandone di fatto il cartellino rosso e l’espulsione dal Consiglio tecnico-scientifico del governo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.