Belgrado: continuano le ricerche dello spalatino Matej

Foto: M.M./ATAImages/PIXSELL

Sfortunatamente, Matej Periš, il 28.enne di Spalato scomparso a Belgrado a Capodanno risulta ancora disperso. Gli amici con cui si trovava al nightclub Gotik, dopodiché si è persa ogni traccia di lui, si sono sottoposti alla prova del poligrafo e poi sono tornati a Spalato. Suo padre Nenad ha fatto riferimento al comportamento di suo figlio nella notte fatidica, ma anche al suo primo viaggio a Belgrado. Papà Periš rivela di aver avuto una conversazione con gli amici di suo figlio e che non c’è spazio per le speculazioni. Sono ormai sei giorni che le forze di polizia stanno cercando  giorni lo spalatino.
La speranza di trovarlo vivo non sta svanendo, ma tutti sono consapevoli che col passare delle ore diminuiscono le chance di trovarlo in vita. Nella ricerca di Matej, assicurano a  Belgrado, sono incluse tutte le squadre di polizia disponibili, a terra e in acqua. Ieri, martedì 4 gennaio, alle ricerche si sono uniti anche i sommozzatori della Gendarmeria e della Direzione dell’anticrimine.
“Ciò che è frequente per quel periodo dell’anno è proprio la scomparsa delle persone. La scorsa settimana c’erano 84 persone nel registro delle persone scomparse. Oggi sono 93.
Abbiamo anche un ragazzo del 2004 e un altro del 2001” – ha detto Gordana Mišev, esperta di sicurezza, nel programma mattutino di Kurir tv. “Non c’erano davvero problemi con i  ragazzi di Spalato. Finora sono state fatte tante insinuazioni, giovani come tanti altri”,
afferma Zorica Šestović, manager del nightclub Gotik in cui gli spalatini hanno fatto baldoria…

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.