Nuove Audi A6 fiammanti al Sabor

Le vetture sono state assegnate a Željko Reiner (HDZ), Siniša Hajdaš-Dončić (SDP) e al deputato CNI, mentre Milijan Brkić (HDZ) ha deciso di mantenere la Škoda Superb ricevuta in precedenza. Solo Božo Petrov (Most) non ha voluto usufruire di questo diritto

Auto blu davanti al Parlamento. Foto Patrik Macek/PIXSELL

Audi A6 nuove fiammanti per i cinque vicepresidenti del Sabor. La conferma è arrivata direttamente dal Parlamento di Zagabria all’agenzia di stampa Hina. Le vetture sono state assegnate a Željko Reiner (HDZ), Siniša Hajdaš-Dončić (SDP) e al deputato della Comunità nazionale italiana, Furio Radin, mentre Milijan Brkić (HDZ) ha deciso di mantenere la Škoda Superb ricevuta in precedenza. Božo Petrov (Most), infine, ha deciso di non usufruire di questo diritto: “Non voglio spendere il denaro dei contribuenti per le necessità del mio partito (è l’unico vicepresidente che è anche leader di uno schieramento politico, ndr).
Dal Sabor non hanno fatto sapere qual è la spesa per le nuove Audi acquistate, però è stato sottolineato che le vetture sono state consegnate lo scorso mese di dicembre dopo la stipula dei contratti di leasing della durata di 60 mesi, con una rata mensile di 5.541 kune. Sommando questi due numeri, si giunge alla conclusione che il Parlamento sborserà 332.460 kune (45mila euro circa) per automobile.
I vicepresidenti non sono stati consultati prima di procedere con l’acquisto delle auto blu e nemmeno il Sabor si occupa di questo compito. “Il parco macchine viene gestito dall’Ufficio per gli affari generali del Parlamento e del governo (UZOP)”, ha precisato l’ufficio stampa del Sabor. “I vicepresidenti hanno diritto all’uso dell’auto di servizio con autista a disposizione 24 ore su 24, anche se durante i weekend, i festivi o negli spostamenti in città si mettono al volante da soli”, conclude il comunicato dell’ufficio stampa messo a disposizione dell’agenzia Hina.
Radin: «Ho preso ciò che ho ricevuto»
“Non sono stato consultato in merito alla scelta dell’automobile, pertanto non so dire nulla in merito. Io non possiedo la patente di guida e non mi intendo di automobili. Ho preso ciò che ho ricevuto”, lo ha dichiarato Furio Radin interpellato dal portale Index.hr.

Il deputato della CNI non ha saputo dire quante volte l’anno faccia uso della macchina di servizio. Qualche volta gli serve per tutto l’arco della giornata, ma succede pure che per giorni non ne abbia bisogno. “Ecco, ieri sono stato a Fiume per assistere ad un ricevimento del nuovo Console generale d’Italia. Ovviamente ho avuto bisogno dell’automobile di servizio. Nulla di particolare”, ha dichiarato Radin.

 

Facebook Commenti