Anche in Slovenia il via al Vax-day. Aderiscono molti anziani

Dopo che sabato era arrivato il primo lotto di vaccini Pfizer-BioNTech destinato alla Slovenia, oggi si è proceduto alla vaccinazione che ha riguardato gli assistiti di 53 Case di riposo per anziani. Tra i primi ad essersi sottoposti al vaccino sono stati l’ex arcivescovo Franc Kramberger, Angelca Butenko e Jože Pelko, ha informato il governo. Si sono vaccinati rispettivamente nelle Case di riposo di Lenart, Lubiana e Rogaška Slatina. Marija Magajne, segretaria presso il Ministero della Salute ha spiegato che sono stati numerosi gli anziani ad aderire alle vaccinazioni. Entro la fine dell’anno Lubiana potrà contare su 16.575 dosi di vaccino. Intervenendo in diretta TV, il premier Janez Janša ha annunciato che si sottoporrà alla vaccinazione non appena arriverà il suo turno. “Oggi comincia la fase conclusiva della battaglia contro il coronavirus”, ha detto il premier, aggiungendo come senza vaccino il lockdown del Paese sarebbe andato avanti fino ad aprile.
Per quanto concerne, invece, il bollettino di sabato sulla situazione epidemiologica in Slovenia, da segnalare che su 2.438 test PCR effettuati nelle ultime 24 ore, 614 hanno dato conferma della positività al coronavirus. Ciò significa che il 29,1 p.c. di tutti i testati è risultato positivo. Sempre sabato grazie ai test rapidi sono state testate altre 558 persone tra le quali l’infezione è stata evidenziata in 66 casi. La quota di test rapidi positivi è stata dell’11,8 p.c. Da segnalare che 25 pazienti Covid, purtroppo, hanno perso la vita (ad oggi i decessi sono stati complessivamente 2.532). Ed infine nel Paese sono 18.446 gli attivi infetti di cui 1.165 sono ricoverati in ospedale: tra questi 208 pazienti si trovano in terapia intensiva.

Facebook Commenti