Allentamenti possibili anche prima dell’1 giugno

Terrazze dei bar piene di clienti nel centro di Pola. Foto: Srecko Miljevic/PIXSELL

La riapertura delle terrazze dei bar e ristoranti, dei cinema e dei teatri, sembra non abbia causato nuove occasioni di contagio tra i cittadini croati. Perciò, sono in molti a sperare che alcune delle misure ancora in vigore vengano abolite, o almeno rese meno severe, anche prima di giugno.L’auspicio è in primo luogo dei proprietari dei ristoranti, i quali attendono con ansia di poter servire i clienti anche all’interno del locale e non soltanto all’esterno. Žaklina Troskot, presidente dell’Associazione nazionale dei ristoratori, ha dichiarato: “Se dipendesse da noi, riapriremmo subito. La cautela è d’obbligo, ma con i progetti-pilota abbiamo dimostrato che i focolai non si manifestano nei ristoranti, come alcuni asseriscono. Per ciò che concerne le misure da adottare, Troskot ha auspicato che queste siano adeguate alle possibilità reali d’applicazione: “Nei ristoranti non si possono sottoporre gli ospiti al test prima di entrare. Inoltre, è discriminatorio vietare l’ingresso a chi non si è vaccinato. Semplicemente, queste norme non sono applicabili ai locali di ristorazione”

Facebook Commenti