Ue: rubate le «chiavi» green pass. Croazia: funziona quello di Hitler

0
Ue: rubate le «chiavi» green pass. Croazia: funziona quello di Hitler
Le chiavi che consentono la generazione del green pass europeo sarebbero state sottratte da hacker dopodiché sarebbero stati pubblicati e diffusi in Rete programmi per creare certificati falsi. Lo si apprende da fonti qualificate italiane. Al momento, viene comunque ribadito che le chiavi sottratte sono state annullate e, di conseguenza, sono stati invalidati tutti i green pass generati con quei codici.
Funziona in tutta l’Europa
Circolano online almeno due certificazioni false intestate ad Adolf Hitler (o a un omonimo nato nel 1900 o nel 1930), che risulta sottoposto alla somministrazione di una doppia dose del vaccino Pfizer/BioNTech. Il falso certificato è comparso su Raid Forums, nel dominio Rfmirror.com e intitolato “Make EU green pass”, un titolo abbastanza esplicito che fa subito capire che in quel forum si possono richiedere freen pass validi per l’Europa. Il prezzo richiesto è di 300 dollari.  Quando i QR code vengono inquadrati dalle apposite app, sul display appare la spunta verde e la frase “certificazione valida in tutta Europa”, il che consentirebbe l’accesso ai luoghi di lavoro e di aggregazione se il verificatore non si accorgesse del fatto che siano intestati al dittatore nazista.
Anche in Croazia è stata provata la validità del green pass con l’apposita app: il certificato è perfettamente funzionante. Dopo aver scannerizzato il QR code, appare la scritta “Hitler Adolf, data di nascita 01.01.1900 – il certificato è valido”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display