Albona e Parenzo riaprono i Mercati

Il Mercato cittadino di Albona

Parenzo e Albona sono le prime città in Istria a riaprire i Mercati cittadini. Oggi al Mercato di Albona sono tornate alcune aziende agricole a conduzione familiare (OPG) che  vendevano i loro prodotti prima della parziale chiusura temporanea, dovuta alle misure restrittive introdotte dal Comando della Protezione civile della Regione istriana.
“In accordo con i provvedimenti presi per contrastare la diffusione dell’epidemia da coronavirus, abbiamo creato le condizioni per il ritorno di quattro aziende agricole a conduzione familiare, per le cui necessità abbiamo adattato alcuni vani inutilizzati del nostro Mercato”, ha spiegato Alen Golja, direttore della municipalizzata “1. maj”, che gestisce il Mercato coperto albonese, dicendosi molto soddisfatto della soluzione trovata per venire incontro alle necessità sia dei produttori locali che degli acquirenti e precisando che da oggi gli albonesi potranno acquistare prodotti a chilometro zero da quattro OPG dell’Albonese.
“Passo dopo passo, stiamo tornando alla normalità”, ha aggiunto, confermando che la “1. maj” in occasione delle festività pasquali vorrebbe riaprire pure la pescheria. Per quanto riguarda l’offerta ortofrutticola che da oggi è nuovamente a disposizione degli albonesi, la sua vendita si svolgerà in maniera diversa rispetto a prima. Infatti, gli acquirenti non potranno toccare i prodotti nemmeno con i guanti; potrà farlo soltanto il venditore, che poi si occuperà pure di confezionare i prodotti scelti.
“Vorrei comunque invitare i cittadini a continuare ad attenersi alle restrizioni imposte a causa dell’epidemia”, ha concluso Golja, ricordando che l’accesso dei visitatori al Mercato cittadino è limitato al fine di prevenire un affollamento di persone, a causa del quale non sarebbe possibile rispettare la distanza di sicurezza.

Facebook Commenti