Afghanistan: raid Usa con drone, ucciso un membro dell’Isis-K

Il Presidente Usa Joe Biden. Foto: PIXSELL

La risposta americana al sanguinoso attacco all’aeroporto di Kabul non si fa attendere. Dopo essersi presentato davanti alla telecamere in lacrime ed aver assicurato che i responsabili dell’attentato l’avrebbero pagata, il Presidente statunitense Joe Biden ha autorizzato un raid in Afghanistan, nella regione di Nagahar, durante il quale è stata colpita e uccisa una delle menti dell’Isis-K che progettava futuri attacchi. L’identità del militante non è stata resa nota: il Pentagono lo ha definito un “planner” dell’organizzazione. Ha organizzato l’attentato suicida di ieri l’altro a Kabul. Secondo indiscrezioni, l’uomo tramava nuovi attacchi.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.