Adozioni Zambia. Gli otto croati restano in carcere

0
Adozioni Zambia. Gli otto croati restano in carcere
Il Tribunale di Ndola, in Zambia. Foto: Stringer/PIXSELL

Gli otto cittadini croati arrestati in Zambia, in quanto sospettati di tentato traffico di esseri umani e falsificazione di documenti connessi all’adozione di bambini congolesi, oggi pomeriggio, lunedì 16 gennaio, nonostante avessero soddisfatto tutte le condizioni richieste dal Tribunale di Ndola non sono usciti di prigione. Le quattro coppie con passaporto croato, arrestate il mese scorso nello Zambia, erano finite in carcere preventivo. Avrebbero dovuto essere rilasciate già venerdì scorso, ma nemmeno oggi ciò è avvenuto. La cauzione determinata dal Tribunale di Ndola (1.100 dollari per persona) è stata versata dalle famiglie delle quattro coppie croate che una volta uscite dal carcere troveranno una sistemazione a spese proprie in attesa dell’avvio del processo che a quanto pare è destinato a protrarsi per alcuni mesi. Hanno dovuto inoltre consegnare i passaporti e non potranno lasciare lo Zambia fino al termine del procedimento giudiziario e dovranno pure recarsi a intervalli prestabiliti presso le stazioni della Polizia locale. Ricorderemo che gli 8 cittadini croati erano stati arrestati all’aeroporto di Ndola quando – assieme a 4 bambini congolesi per i quali possedevano i documenti necessari – volevano lasciare il Paese. Le autorità hanno però messo in dubbio i documenti rilasciati in Congo mentre i servizi sociali dello Zambia si sono presi cura dei bambini.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display