Aborto, caso Čavajda: «L’Hzzo pagherà l’intervento a Lubiana»

0
Aborto, caso Čavajda: «L’Hzzo pagherà l’intervento a Lubiana»
Mirela Čavajda. Foto: screenshot N1

“L’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzzo) pagherà le spese mediche di Mirela Čavajda”, che si sottoporrà a Lubiana all’interruzione di gravidanza. La conferma è arrivata in una nota dell’Hzzo, che ha così smentito le notizie apparse su alcuni siti croati secondo cui l’Istituto non avrebbe pagato l’intervento alla donna incinta al 27.esimo mese di gravidanza e che porta in grembo una creatura affetta da un tumore al cervello. In mattinata, infatti, si era sparsa la voce che la Sanità croata aveva offerto a Čavajda la possibilità di effettuare il parto indotto, che lei aveva rifiutato insistendo sull’interruzione di gravidanza, facendo decadere così il diritto al pagamento delle spese mediche all’estero. Poi, però, è arrivata la nota dell’Hzzo che ha confermato che la donna effettuerà l’interruzione di gravidanza a Lubiana a spese della Croazia.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display