Abbazia. Un Centro d’eccellenze Doc

Firmato il Contratto per l’assegnazione di 58,7 milioni di kune

La Scuola alberghiera di Abbazia. Foto Željko Jerneić

Sono sei in Croazia i Centri per le eccellenze, tra i quali anche la Scuola alberghiera di Abbazia. Dopo aver aderito al concorso indetto dal Fondo sociale, del valore di 300 milioni di kune, ieri è stato siglato il Contratto per l’assegnazione di finanziamenti a fondo perduto a favore del Centro regionale di competenza nel turismo e nell’alberghiera del valore di 58,7 milioni di kune, che andranno a coprire tutte le spese volte a creare nuovi programmi di studio e collaborazione con altre scuole e centri. Firmatari del contratto, il ministro del Turismo, Gari Cappelli, e la direttrice del detto istituto scolastico, Sibila Roth. Il progetto viene finanziato congiuntamente dal Fondo sociale europeo (all’85 p.c.) e dallo Stato (al 15 p.c.).
Alti livelli
“Ringrazio la regione litoraneo-montana e il Ministero di competenza per aver saputo riconoscere il nostro lavoro e impegno – ha esordito Roth –. Il nostro team scolastico ha lavorato tantissimo per portare l’istituto a questi livelli. Assieme ai numerosi partner del progetto, trasformeremo questo Centro in un posto che saprà lanciare sul mercato nuova competente forza lavoro in grado di rinvigorire il settore turistico. Sarà un Centro d’istruzione permanente, dedicato agli allievi, agli adulti, a coloro che desiderano migliorare il proprio sapere o cambiare mestiere, alle persone con disturbi nello sviluppo o con handicap. Il nostro curricolo s’arricchirà di una nuova struttura, in cui offriremo nuovi titoli di studio come ad esempio quello di specialista della ristorazione o di catering manager. Inoltre, prossimamente inizierà la ristrutturazione della scuola anche dal punto di vista energetico e infrastrutturale e verrà del tutto rinnovata l’attrezzatura didattica. Sono immensamente fiera di essere direttrice di questa scuola”, ga detto ancora.
Il progetto, che verrà espletato ad Abbazia, porta il titolo di “RCK RECEPT – Regionalni centar profesija u turizmu” (Centro regionale per le professioni nel turismo).
Nuovo brand cittadino
“Questo è un grande traguardo per il turismo, non soltanto a livello regionale, ma anche nazionale – ha dichiarato il ministro Cappelli –. Abbazia continua a portare avanti la tradizione turistica. Finora abbiamo investito tanto nell’infrastruttura della Perla del Quarnero elevando la qualità degli alberghi. Nessuno ha pensato però di fare qualcosa per coloro che lavorano nel settore. Le risorse umane sono la chiave dello sviluppo del turismo. Soltanto investendo nell’educazione potremo educare un personale di competenza. Il tutto con il contributo di docenti dall’Italia, dalla Spagna e dal Portogallo, grazie ai quali gli allievi avranno modo di conoscere i massimi standard europei. In questo momento abbiamo in tutto sei Centri, ovvero quelli di Zabok, Spalato, Osijek, Pola, Ragusa (Dubrovnik) e appunto Abbazia, il cui valore complessivo supera i 388 milioni di kune e che verranno realizzati entro il 2023”.
Presenti all’atto della firma anche il sindaco di Abbazia, Ivo Dujmić, la vicepresidente della Regione, Marina Medarić, la capodipartimento regionale per l’istruzione, Edita Stilin e la segretaria generale del Ministero del Lavoro, Majda Burić.
Nel suo intervento, il primo cittadino ha dichiarato che la Scuola di Abbazia ha ottenuto finora innumerevoli riconoscimenti, sia a livello nazionale che internazionale. “Siamo estremamente fieri del nostri allievi che ci accompagnano in tanti eventi organizzati dalla Città e che hanno sempre dimostrato grande bravura e competenza. Durante i lavori assicureremo uno spazio in modo da assicurare il prosieguo delle lezioni. L’istituto sarà un nuovo brand cittadino”, ha concluso Dujmić.
Secondo Medarić, infine, Abbazia è oggi uno dei Centri più importanti per l’istruzione di personale turistico.

Facebook Commenti