A Spalato messa e aggressione a giornalista (video)

La polizia ha fermato due persone che hanno aggredito la reporter

La chiesa di San Leopoldo a Spalato

Aveva già fatto parlare di sé giorni fa contestando le misure del Comando generale della Protezione civile, del governo e arrivando ad attaccare perfino Papa Francesco. Oggi don Josip Delaš, parroco della chiesa di San Leopoldo Bogdan Mandić a Sirobuja, quartiere di Spalato, è andato oltre, troppo e probabilmente ne dovrà rispondere penalmente e anche moralmente al cospetto dell’arcivescovado. Anche se la maggior parte dei fedeli ha disertato la messa di Pasqua dimostrandosi responsabile, nella chiesa si sono radunati  circa 20 fedeli, ma il sacerdote tuttavia anche in quest’occasione ha fatto uscire il suo carattere, burbero, intollerante e vedi il caso anche violento. Cos’è successo? Visti i trascorsi, diversi inviati sono accorsi sul posto per vedere cosa sarebbe successo, e soprattutto capire se le misure anti Covid-19 fossero state rispettate. I colleghi non hanno avuto facile e ad avere la peggio è stata la giornalista del sito Dalmatinski portal, uno dei più seguiti sul territorio, che è stata espulsa selvaggiamente dalla chiesa. Il sito sul suo profilo Facebook ha pubblicato parte del video della messa, finché non è stato interrotto e la giornalista spintonata all’esterno. La polizia ha reso noto di aver fermato due persone per l’aggressione alla reporter.

È il secondo episodio in pochi giorni di violenza nei confronti di giornalisti che si registra a Spalato. Qualche giorno fa un poliziotto, abusando dei propri poteri, si è rivolto in modo irrispettoso, violento e anche sessista nei confronti di una collega. Oggi ha fatto seguito il gesto inequivocabilmente violento di don Josip Delaš, uno che interpreta il servizio in favore di Dio alla maniera tutta sua. Chiaramente sbagliata, ed è bene che a presto se ne rendano conto i suoi superiori facendogli assumere le sue responsabilità.

Facebook Commenti