3. maj: Sbloccato il conto, stipendi in arrivo

I 744 dipendenti del 3. maj di Fiume possono tirare un sospiro di sollievo. Il conto corrente del cantiere navale è stato sbloccato e da questa mattina avviene il versamento degli stipendi. L’informazione è stata trasmessa dalla società alla Borsa di Zagabria. A confermare la notizia è stato poi il presidente del Consiglio di vigilanza, il sindacalista Juraj Šoljić.
Oltre alla corresponsione delle paghe, il cantiere navale di Cantrida potrà procedere anche al pagamento dei fornitori e dei terzisti.
I conti in banca del 3. maj erano stati congelati il 7 febbraio scorso a causa dell’ingiunzione di pagamento coatto presentata dalla società Ćosićpromex con sede in Bosnia ed Erzegovina. Il debito del 3. maj nei confronti della Ćosićpromex è stimato attorno ai 6,8 milioni di kune. I suoi proprietari, alla pari degli altri creditori del 3. maj, avevano firmato il documento con il quale attestavano di essere disposti a farsi risarcire subito il 15 p.c. dell’importo loro dovuto dal 3. maj e a concedere una franchigia temporale di 2 anni per il risarcimento della differenza, salvo poi cambiare idea.

Facebook Commenti