Covid Croazia. Riaperture entro Pasqua: sempre meno green pass e mascherine

0
Covid Croazia. Riaperture entro Pasqua: sempre meno green pass e mascherine
Foto: Roni Brmalj

Abolizione del green pass e orario di lavoro senza limiti per i locali. Sono queste le due principali novità che dovrebbero essere introdotte dalla Task force nazionale per la lotta alla pandemia di Covid-19 entro Pasqua. Lo scrivono i media croati, che hanno sentito fonti vicine al governo. Le riaperture, dunque, sono sul tavolo e gli epidemiologi e i membri dell’Unità di crisi della Protezione civile nazionale le stanno limando per presentarle nei prossimi giorni.

Le misure epidemiologiche sarebbero completamente revocate per quanto concerne le limitazioni del numero di persone, sia all’aperto che negli spazi interni: i certificati Covid diventerebbero così superflui, anche se dovrebbero rimanere obbligatori nel sistema sanitario e di assistenza sociale. Dall’altro canto non saranno modificate le misure in vigore ai confini, poiché sono armonizzate a livello Ue e dipendono dalle decisioni che saranno prese in futuro da Bruxelles.

Le maggiori discussioni all’interno della Task force vengono portate avanti per quanto concerne l’utilizzo delle mascherine, che attualmente sono obbligatorie in tutte gli spazi chiusi. In questo momento, sembra che i dispositivi di protezione andrebbero indossati ancora negli spazi chiusi dove si prevede un maggiore afflusso di persone, ossia nei negozi di generi alimentari e nel trasporto pubblico. Nessuna limitazione invece negli uffici, dove attualmente l’obbligo di indossare le mascherine esiste se non si può garantire la distanza e dove quest’obbligo diventerebbe una raccomandazione. Stesso discorso anche per i cinema e i teatri.

Dicevamo dell’orario illimitato per i locali, che potranno anche usufruire di tutte le capacità pre-pandemia, ossia non dovranno più rispettare le distanze tra i tavolini. Infine, si sta ragionando sulle misure nell’ambito del sistema scolastico: le mascherine non sarebbero più obbligatorie né per gli alunni e gli studenti né per i professori. Inoltre, si sta valutando la possibilità di abolire l’obbligo di tampone degli alunni nel caso in classe ci sia un compagno positivo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display