Mariupol, via da Azovstal: evacuazione civili (video)

0
Mariupol, via da Azovstal: evacuazione civili (video)

Decine di civili lasciano l’acciaieria Azvostal, a Mariupol. L’evacuazione ha preso il via e procede. L’impianto, occupato da truppe dell’Ucraina e in particolare dagli uomini del reggimento Azov, è assediato dalle forze della Russia.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che per la prima volta ci sono stati due giorni di ”reale cessate il fuoco” e il corridoio umanitario per evacuare i civili dall’acciaieria Azovstal di Mariupol ha iniziato a funzionare. Più di 100 civili sono stati evacuati e i primi sfollati arriveranno nelle prossime ore a Zaporizhzhia. Le operazioni di evacuazione riprenderanno nella mattinata del 2 maggio.

“Oggi siamo finalmente riusciti ad avviare l’evacuazione delle persone dall’Azovstal. Dopo tante settimane di trattative, dopo tanti tentativi, diversi incontri, telefonate e proposte. Non c’è stato un solo giorno in cui non abbiamo cercato di trovare una soluzione che salvasse la nostra gente. Oggi, per la prima volta dall’inizio della guerra, questo corridoio vitale ha iniziato a funzionare. Per la prima volta ci sono stati due giorni di vero cessate il fuoco”, dice Zelensky in un video diffuso sui social.

“Più di cento civili sono già stati evacuati: donne e bambini in fuga dalle ostilità” in corso “lì, ad Azovstal. Vista la complessità del processo, i primi civili arriveranno domani mattina a Zaporizhzhia. Il nostro team li accoglierà lì. Spero che domani siano soddisfatte tutte le condizioni necessarie per continuare l’evacuazione delle persone da Mariupol. Abbiamo in programma di iniziare alle 8 del mattino”.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display