Italia. Multe a no vax over 50, il governo chiarisce

Dopo le polemiche scatenate dalla multa da 100 euro agli over 50 non vaccinati, definita “una presa in giro” da scienziati e virologi, palazzo Chigi chiarisce che oltre alla sanzione da “100 euro per il solo fatto di non sottoporsi alle somministrazioni pur essendo obbligati (perché ultra 50enni)”, è prevista anche “la sanzione da 600 a 1500 euro se l’obbligato al vaccino è colto sul luogo di lavoro senza green pass rafforzato (da vaccinazione o da guarigione). In caso di reiterata violazione la sanzione è raddoppiata” e può quindi arrivare “fino ad un massimo di 3000 euro”. Inoltre per i lavoratori ultracinquantenni che non abbiano Super Green pass c’è la “sospensione dal lavoro, senza retribuzione”.

Alle sanzioni previste nell’ultimo dl Covid, “si aggiungono quelle già contemplate dalle norme che hanno prescritto il green pass ‘rafforzato’ per accedere a determinati servizi e attività (ad esempio, ristoranti, palestre, treni, autobus, cinema, teatri, stadi ecc.). In questi casi, infatti, chi è tenuto al Green pass rafforzato e quindi alla vaccinazione (indipendentemente dall’eta) soggiace a sanzione da 400 a 1000 euro se colto senza green pass rafforzato nei luoghi nei quali è necessario”, si spiega da palazzo Chigi.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.