Guerra in Ucraina. Truppe russe verso Kiev

0
Guerra in Ucraina. Truppe russe verso Kiev

Clicca su “Guarda su YouTube” per accedere al video

(Adnkronos) – La Russia ha iniziato l’invasione dell’Ucraina. Le forze armate russe sono entrate nella regione di Kiev attraverso il checkpoint di Vilcha, ha reso noto il ministero dell’Interno ucraino, precisando che le guardie di frontiera insieme all’esercito ucraino stanno contrastando l’avanzata delle forze russe. Secondo la Bbc, che cita fonti della sicurezza ucraina, i carri armati delle forze di invasione russe sono già entrati a Kharkiv, la seconda città ucraina per dimensioni.

Sono già stati segnalati oltre 40 militari e una decina di civili ucraini uccisi dall’inizio dell’offensiva russa, scattata nella notte. A renderlo noto Alexei Arestovich, consigliere della presidenza ucraina, citato dai media locali.  Esplosioni sono state segnalate nella capitale Kiev e in varie città del Paese. “Ho deciso per un’operazione militare speciale”, ha detto il presidente russo Vladimir Putin. L’obiettivo dichiarato è “proteggere la popolazione che per otto anni è stata soggetta a maltrattamenti e genocidio”.

L'”invasione russa” non riguarda “solo l’est dell’Ucraina”, ma si tratta di “un attacco su vasta scala da più direzioni”, ha scritto in un tweet il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, sottolineando che “la difesa ucraina non è crollata. L’esercito ucraino combatte. L’Ucraina sta con entrambi i piedi sul terreno e continua a difendersi”.

Attacchi russi sono stati segnalati in alcune delle principali città ucraine: oltre a Kiev e a Kharkiv, anche a Odessa, Ivano-Frankivsk e Mariupol”. Esplosioni e spari sono stati segnalati vicino all’aeroporto di Boryspil. Sono almeno 18 le persone che hanno perso la vita a Odessa, nel sud dell’Ucraina, a causa di un attacco russo, riferiscono le autorità regionali di Odessa spiegando che l’attacco ha colpito il porto.

Le forze ucraine hanno rivendicato dal canto loro l’uccisione di “50 nemici russi” annunciando di aver respinto un attacco nella città di Shchastia, nella regione orientale di Luhansk, una delle due autoproclamate Repubbliche riconosciute dalla Russia. “La città di Shchastia, attaccata dall’aggressore russo, è stata riconquistata. Durante il tentativo di attacco, sono stati distrutti equipaggiamenti militari e circa 50 nemici sono stati uccisi”, ha riferito su Facebook il Centro di comunicazioni strategiche e di sicurezza del ministero dell’Informazione ucraino. Avevano già annunciato di aver abbattuto cinque velivoli e un elicottero russi abbattuti. Lo fanno sapere le forze armate ucraine.

Il ministero ha anche smentito che Mosca abbia perso un aereo militare a causa dell’offensiva ucraina. Abbattuti cinque velivoli e un elicottero russi abbattuti. Lo fanno sapere le forze armate ucraine. L’Ucraina, come ha riportato la tv pubblica, ha chiuso lo spazio aereo in risposta all’operazione russa.

La Russia ha soppresso il sistema di difesa anti aerea dell’Ucraina con i suoi attacchi di precisione, ha affermato il ministero della Difesa di Mosca in una nota. E ha chiuso temporaneamente una decina di aeroporti nel sud e nella penisola occupata della Crimea. Almeno fino al 2 marzo, rimarranno chiusi gli aeroporti di varie località, fra cui Rostov, Krasnodar, Kursk, Voronezh e Simferopol, secondo quanto annunciato dall’autorità russa per l’aviazione Rosaviatsiya. Rimane invece in funzione l’aeroporto di Sochi, sul mar Nero.

Negli aeroporti di Mosca sono stati cancellati almeno 200 voli secondo i siti di viaggio online.

Il video con cui Vladimir Putin ha annunciato la dichiarazione di guerra contro l’Ucraina nella notte sarebbe stato registrato tre giorni prima, il 21 febbraio. Lo rivela la Novaya Gazeta, dopo aver esaminato i metadati del video caricato sul sito del Cremlino, che sarebbe stato creato alle 19 di tre giorni fa.

L’Ucraina nel frattempo ha imposto la legge marziale. Lo ha annunciato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. “Cari cittadini ucraini, oggi il presidente Putin ha annunciato l’avvio di un’operazione militare speciale nel Donbass. La Russia ha compiuto attacchi contro le nostre infrastrutture militari”, ha detto Zelensky sul suo profilo Facebook. “Un minuto fa ho avuto un colloquio con il presidente Biden. Gli Stati Uniti hanno già cominciato a mobilitare il sostegno internazionale – ha aggiunto, secondo Ukrinform – Dovreste restare a casa se possibile”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display