Giovani e digitalizzati: ecco l’identikit dei nuovi proprietari di animali

Durante la pandemia e il lockdown c’è stata una forte crescita degli acquisti e delle adozioni di animali da compagnia. 3,5 milioni di italiani hanno acquistato un animale domestico durante o subito dopo il primo lockdown, mentre è cresciuto del 15% il mondo delle adozioni con 8.100 cani e 9.500 gatti che hanno trovato una casa. L’incontro organizzato a Milano da Royal Canin, oltre a lanciare Sensory, la nuova linea di cibo umido pensato per stimolare i sensi dei gatti, ha offerto l’occasione per approfondire i cambiamenti che il settore degli animali da compagnia ha vissuto negli ultimi due anni.

“I nuovi proprietari di animali sono soprattutto persone giovani e altamente digitalizzate, spesso alla prima esperienza con l’adozione di un gatto o di un cane – spiega Elisabetta Bracci, Pet Owner Director di Royal Canin – come azienda riteniamo molto importante aiutare questi nuovi proprietari nella gestione dei loro pet fornendo loro informazioni e strumenti importanti. Lo facciamo attivando tutto il nostro network di partner formato da veterinari, allevatori e negozianti. Cerchiamo di fornire loro tutti gli strumenti più importanti per mettere i proprietari nelle condizioni di fare una scelta informata e giusta per i propri animali”.

La digitalizzazione diventa dunque sempre più importante anche nel mondo degli animali da compagnia: “Il digital è uno strumento fondamentale per i proprietari – prosegue Elisabetta Bracci – e, attraverso uno strumento così immediato come il digitale, cerchiamo di coniugare la semplicità dell’informazione e scientificità per dare supporto”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.