Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    La Dinamo continua a sognare: Benfica KO

    La Dinamo continua a sognare: Benfica KO Luka Stanzl/PIXSELL

    ZAGABRIA | Grande attesa a Zagabria per la partita della Dinamo contro il blasonato Benfica, partita che la squadra di Nenad Bjelica (squalificato, ha assistito all’incontro dalla tribuna) è riuscita a far propria grazie a un rigore realizzato da Bruno Petković al 38’.
    Gli zagabresi iniziano piuttosto contratti ed è il Benfica a tenere il pallino del gioco. All’8’ grande occasione per i portoghesi: Krovinović fa filtrare un pallone tra Theophile e Dilaver che raggiunge Grimaldo a tu per tu con Livakovića, ma il portiere della Dinamo devia con il piede la conclusione di sinistro, guadagnandosi gli applausi del pubblico del Maksimir.
    Al 19’ un missile di Olmo da 25 metri viene deviato in angolo da Vlachodimos. Al 38’, però, arriva il vantaggio della Dinamo: Ruben Dias atterra Olmo al limite dell’area, ma per l’arbitro Olivier è rigore. S’incarica dell’esecuzione Bruno Petković il cui tiro centrale viene appena sfiorato dal portiere ospite. Rinfrancati dal vantaggio, gli zagabresi cercano insistentemente il raddoppio, ma il primo tempo finisce sull’1-0, con Gojak che spreca un’occasione d’oro proprio allo scadere su suggerimento di Petković.
    Nella ripresa i portoghesi vanno alla ricerca del pareggio, il possesso palla supera il 60 per cento, ma la difesa della squadra di Bjelica non corre grossi pericoli e controlla agevolmente la situazione, sprecando pure alcune promettenti ripartite.
    Girandola di cambiamenti, ma le cose in campo non cambiano, con la Dinamo che cerca – e ci riesce – di tenere gli attacanti del Benfica quanto più lontani dalla porta difesa da Livaković, tentando, ma senza troppa convinzione, qualche sortita nella trequarti avversaria. Al 3’ di recupero, Gavranović e Šitum vanno vicinissimi al 2-0, ma il risultato non cambia, con il Maksimir che celebra la vittoria.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 08 Marzo 2019 12:03