Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    A Pisa affermazione del quattro senza di Matilde Barnabà

    A Pisa affermazione del quattro senza di Matilde Barnabà Davor Javorovic/PIXSELL

    PISA | La società Canottieri Nettuno di Trieste ha firmato il primo titolo italiano di canottaggio della stagione, quello di fondo, con la vittoria, domenica mattina, alla Navicelli Rowing Marathon di Pisa. Nel quattro senza Ragazze, netta l’affermazione della Nettuno, che con Petra Doglia, Matilde Barnabà (nostra connazionale di Verteneglio), Laura De Cleva e Teresa Hrovatin ha conquistato il titolo italiano con ampio margine su AC Flora (quasi 1’) e Canottieri Gavirate (oltre 2’), rispettivamente seconda e terza classificata. Un successo rincorso da tempo per il club biancoverde, che da quest’anno può far riferimento sull’allenatore Claudio Cristin, fino alla scorsa stagione tecnico della Timavo, supportato da Luca De Marchi. Un risultato importante per la barca della Nettuno, sul campo toscano, con distacchi che su un percorso di 6 km non sono cosa da poco.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Martedì, 29 Gennaio 2019 18:19