Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/editfi5/public_html/editnews/components/com_k2/models/item.php on line 763

    «È ora di risalire la china»

    By Fredy Poropat Dicembre 15, 2018 76
    «È ora di risalire la china» Ivo Cagalj/PIXSELL

    POLA | L’Istra 1961 ritorna domani al Drosina per affrontare nel 18º turno di Prima lega, l’ultimo del girone autunnale, il Rudeš, fanalino di coda del campionato con appena tre punti all’attivo. L’inizio del match, che sarà arbitrato da Matoc di Zaprešić, è stato fissato alle 17.30. Sarebbe d’obbligo, quindi, conquistare l’intera posta in palio per risalire la china – i gialloverdi al momento sono penultimi in classifica, a -4 dallo Slaven Belupo e a -5 dall’Inter – e concludere la parte di stagione con la prima vittoria interna.
    Non sarà certamente un compito facile, come sottolineato dall’allenatore Krunoslav Rendulić, stando al quale l’avversario, nonostante i pochissimi punti conquistati finora, è molto insidioso, e con l’arrivo dell’allenatore Marko Lozo ha migliorato molto il proprio gioco. “Senza dubbio sarà un incontro molto impegnativo, nel quale ovviamente cercheremo di conquistare il bottino pieno. A parte l’importanza della posta in palio, ci troviamo a dover sfatare il tabù del Drosina, dove non siamo ancora riusciti a vincere. Con l’arrivo del nuovo tecnico, il Rudeš è molto più organizzato, anche se in questa circostanza sarà rimaneggiato a causa dell’assenza forzata di diversi giocatori importanti, tra cui l’attaccante Mrkonjić. Da parte nostra, cercheremo di imporre il proprio gioco fin dal fischio iniziale”, ha dichiarato Rendulić.
    Se si escludono Rodriguez e Perić-Komšić, il tecnico polese potrà fare affidamento sull’intera rosa. Rientra in squadra anche il bomber argentino Ramon Mierez, autore finora di sette reti. Sarà disponibile pure il 21.enne attaccante ecuadoregno Johnatan Caicedo, giunto a Pola soltanto due mesi fa. “Mi sto ancora ambientando alle nuove condizioni, però faccio il possibile per migliorare e impormi all’allenatore. Il nostro compito ora è quello di vincere quest’importante incontro, per poi riposarci e prepararci con molta più tranquillità in vista della seconda parte di stagione”.
    La partita di domani avrà anche un carattere umanitario, grazie all’iniziativa promossa dal club e dall’associazione “FB Puljani Humanitarci” (FB umanitari polesi). Nel concreto, tutto l’incasso sarà devoluto a favore di Ivan Pavletić, operaio del cantiere navale “Uljanik”, malato di cancro e senza risorse finanziarie per curarsi. L’importo ottenuto dai biglietti della lotteria invece, denominata “Srce istarsko” (Cuore istriano), sarà assegnato agli altri dipendenti del cantiere che sono in malattia. L’estrazione si terrà lunedì sera nel corso del grande concerto umanitario che si terrà in piazza Port’Aurea.


    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/editfi5/public_html/editnews/templates/ts_news247/html/com_k2/templates/default/item.php on line 285
    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Sabato, 15 Dicembre 2018 13:07