Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Coppa Croazia. Rijeka, vietato sbagliare a Varaždin

    By Nevio Tich Ottobre 31, 2018 50
    Antonio Mirko Čolak dovrebbe guidare l'attacco del Rijeka contro il Varaždin Antonio Mirko Čolak dovrebbe guidare l'attacco del Rijeka contro il Varaždin Goran Kovacic/PIXSELL

    FIUME | Archiviato l’1-1 nel derby dell’Adriatico contro l’Hajduk, che non ha entusiasmato proprio nessuno, il Rijeka si rituffa negli impegni di Coppa Croazia. Stasera, con inizio alle ore 19, nell’ambito degli ottavi di finale i fiumani saranno ospiti del Varaždin, leader del campionato di Seconda Lega a pari merito con la Dinamo II. Questo basta per far capire ai quarnerini che non sarà sicuramente una passeggiata, per di più che Gorgon e compagni non attraversano certo un momento brillante. Quanto fatto vedere al Poljud preoccupa non poco e il Varaždin, che non avrà più di tanto da perdere e che vola sulle ali dell’entusiasmo, potrebbe rivelarsi davvero un osso duro. Per superare il turno ci vorrà, insomma, un Rijeka determinato e concentrato. All’indomani del derby, l’allenatore Igor Bišćan aveva fatto sapere che ci saranno diversi cambiamenti in seno all’undici di partenza, alcuni dettati da circostanze obiettive (stanchezza e acciacchi vari), altri invece dal bisogno di vedere all’opera quei giocatori che solitamente trovano meno spazio. Bišćan vuole quanto prima concedere un’occasione a tutti i giocatori a disposizione, di modo da capire su chi poter contare seriamente in futuro. Per questo motivo, il Varaždin sarà un test importante. E lo sarà ancora di più per la società, dato che riportare il “Sole di Rabuzin” a Rujevica è uno degli obiettivi stagionali prefissati da parte del presidente Damir Mišković. L’unico rimasto, si direbbe, dato che la lotta per il titolo è ormai segnata e la qualificazione alla fase a gironi di Europa League è rimasta un sogno. Pertanto, stasera è vietato sbagliare...
    Per i tifosi del Rijeka che non potranno presenziare alla partita, da segnalare la notizia che la contesa di Varaždin sarà teletrasmessa in diretta sul canale televisivo HNTV, proprietà della Federcalcio. In seconda battuta, coloro che non possiedono una piattaforma satellitare con le frequenze della HNTV potranno collegarsi via Internet sul sito bit.ly/2yFwS9B e seguire la diretta in streaming.

    Benko, l’ex che può far male

    A Varaždin sognano il colpaccio e non tentano certo di nasconderlo. Il successo nel derby con il Međimurje ha ulteriormente galvanizzato l’ambiente. “Anche nelle amichevoli scendiamo in campo per vincere, figuriamoci poi negli ottavi di Coppa Croazia – ammette l’allenatore Branko Karačić –. Il nostro obiettivo principale rimane la promozione in Prima Lega, ma ciò non significa automaticamente che vogliamo snobbare l’altra competizione alla quale partecipiamo. Contro il Rijeka, una squadra che ha indubbiamente grande qualità tecnica, dobbiamo dare il massimo e cercare l’impresa. Giocheremo rilassati, da chi non ha nulla da perdere, e se dovessero sottovalutarci chissà che non arrivi la sorpresa. Con un po’ di fortuna possiamo sicuramente farcela”.
    Nel Varaždin non ci sarà l’ex Josip Brezovec, che giorni fa ha rescisso il contratto, ma occhio a un altro volto ben noto... “Dopo aver saltato la gara di Čakovec per squalifica, potrò avere nuovamente a disposizione Benko. Leon è per noi un giocatore importantissimo e fortunatamente ci sarà. Al Rijeka ha passato momenti indimenticabili della sua carriera professionistica, ma ora gioca per il Varaždin e non intende fare certamente sconti”, conclude Karačić.
    Restando in tema di ex, nella rosa del Varaždin figurano anche Dario Jertec, che giocò a Fiume nel 2007 e il nigeriano Samuel Bamidele Ayodeji, in prestito dal Rijeka fino al termine della stagione in corso.

    Sluga nella formazione ideale

    Intanto, nella consueta rubrica settimanale da parte del quotidiano zagabrese Sportske novosti, Simon Sluga è stato inserito nella top 11 della dodicesima giornata di campionato. Il portiere, questa la motivazione, “ha recitato un ruolo importante, neutralizzando diverse conclusioni pericolose ed è risultato tra i più meritevoli per il prezioso punto conquistato dal Rijeka”. Purtroppo, nella classifica generale nessun giocatore fiumano figura tra i primi tre, con il podio composto da Atiemwen (Gorica), Kadzior (Dinamo) e Kastrati (Lokomotiva).

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Mercoledì, 31 Ottobre 2018 11:58