Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Lisica: «Premier League equilibrata»

    By Lucio Vidotto Ottobre 03, 2018 72
    Boris Lisica Boris Lisica Željko Jerneić

    FIUME | Dopo due soli turni di campionato non si possono tracciare dei bilanci. Semmai è possibile fare delle constatazioni e confermare quelle che sono state le valutazioni prima che iniziasse la Premier League. Per l’occasione, ci affidiamo al parere di Boris Lisica, allenatore dell’Umago. “Credo che queste prime due giornate siano state caratterizzate da un sostanziale equilibrio. C’è il Dubrava, una delle squadre a punteggio pieno, che sembra forse la più attrezzata tra i candidati alle prime posizioni. Nella parte bassa, invece, il Varaždin appare decisamente ridimensionato rispetto allo scorso anno. Per il resto vedo un sostanziale equilibrio e tante squadre che si equivalgono”, è l’analisi di Lisica, la cui compagine ha vinto in casa entrambe le partite. “Siamo partiti con i favori del pronostico per il solo fatto di giocare in casa, un ruolo che poi abbiamo anche giustificato”.
    La Premier è un torneo a dieci squadre alle quali si aggiungeranno nella seconda fase, disputando la poule titolo assieme alle prime quattro classificate, le due formazioni che giocano nella Lega SEHA, cioè PPD Zagreb e Nexe. L’Istria è rappresentata nel massimo campionato da tre squadre a cui, in un contesto geografico un po’ più vasto, aggiungiamo i fiumani dello Zamet. Pertanto, quattro su dieci sono squadre della nostra regione, altre quattro provengono dall’area zagabrese, una da Varaždin e una dalla Slavonia, ossia lo Spačva Vinkovci. Vaste aree del Paese non sono rappresentate in Premier. Merito di chi c’è o demerito degli altri? “Effettivamente, la nostra regione è sempre partecipe con diverse squadre in Premier e ora c’è anche il Rudan Labin. Evidentemente in Istria si lavora bene e si crede in questo sport. Rispetto agli altri, alla Dalmazia, siamo forse meglio organizzati e riusciamo a funzionare stabilmente. Gli albonesi neopromossi hanno comunque vinto le loro due partite e credo che possano nutrire delle ambizioni in campionato. Il Poreč ha perso nettamente in casa con il Sesvete e non so quali siano stati i motivi, mentre lo Zamet, rimasto senza tanti titolari, ha l’aria di chi non intende arrendersi“, ha aggiunto Lisica.
    Rudan Labin-Zamet nel quinto turno di campionato aprirà la serie di derby regionali. “I derby – conclude il tecnico umaghese –, sono molto sentiti dalle nostre parti. C’è sempre una grande rivalità, esclusivamente sportiva, a rendere interessanti le partite”.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Mercoledì, 03 Ottobre 2018 10:55