Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Tajani ci ricasca ed elogia Mussolini. Lui: Non è vero

    Il presidente del Parlamento Ue, Antonio Tajani Il presidente del Parlamento Ue, Antonio Tajani Foto: PIXSELL

    “Si vergogni chi strumentalizza le mie parole sul fascismo. Sono da sempre antifascista. Non permetto a nessuno di insinuare il contrario. La dittatura, le sue leggi razziali, i morti che ha causato sono la pagina più buia della storia italiana ed europea”. Antonio Tajani risponde così alle polemiche per una sua intervista a “La Zanzara” su Radio 24, in cui ha affermato che Mussolini “ha fatto cose positive prima di entrare in guerra e seguire Hitler”.
    Ad accendere le polemiche era stato l’eurodeputato del Partito socialdemocratico tedesco Udo Bullmann: “Le sue sono affermazioni incredibili. Come può un presidente del Parlamento Ue non riconoscere la natura del fascismo?”.
    In Italia dura presa di posizione dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani): “Il fascismo ha fatto cose buone – tuona il presidente Carla Nespolo –? Tajani lo vada a dire in Etiopia dove intere popolazioni, bambini, donne, uomini, del tutto innocenti, sono state sterminate dall’uso, voluto da Mussolini, dei gas. L’aggressione all’Albania, alla Grecia e alla Jugoslavia? L’onorevole Tajani lo ignora”. E aggiunge: “Derubricare il delitto Matteotti come un semplice incidente di percorso in un cammino tutto sommato pacifico, è quanto di più disgustoso si potesse sentire”.
    Mentre per il presidente della Toscana Enrico Rossi, “le parole di Tajani sono gravi. L’Europa è nata dopo le tragedie e gli orrori causati dal nazismo e dal fascismo. Chi ricopre la carica di presidente del Parlamento europeo questo deve averlo sempre bene a mente”.
    Tajani era balzato agli onori della cronaca in occasione del Giorno del Ricordo, quando a Basovizza dichiarò: “Viva l’Istria e la Dalmazia italiane”, che aveva scatenato un puttiferio in Croazia, con polemiche che si sono susseguite per diversi giorni.

    Rate this item
    (0 votes)