Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Incontriamoci in Marciana con Valentina Petaros Jeromela

    Incontriamoci in Marciana con Valentina Petaros Jeromela Goran Žiković

     Nell’ambito del ciclo “Incontriamoci in Marciana” la Biblioteca Nazionale Marciana, domani, giovedì 28 marzo, alle ore 17, come secondo appuntamento viene proposta la conferenza di Valentina Petaros Jeromela dal titolo “Ordo Salis. Produzione, commercio e contrabbando del sale all’epoca della Serenissima Repubblica di Venezia”. Nell’occasione verrà pure presentato l’omonimo volume da curato dalla stessa autrice (Udine, Circolo Culturale Il Colle di San Daniele, 2013). Durante l’incontro è prevista la proiezione di due filmati: la sintesi del documentario e il cortometraggio “Oro bianco” vincitore del Concorso d’arte e cultura “Istria Nobilissima 2018” (UI-UPT) di Rebeka Legović, della RTV di Capodistria. A introdurre la serata sarà Stefano Campagnolo, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana.
    Ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili.
    Valentina Petaros Jeromela, ricercatrice scientifica in campo storico di Capodistria, è l’autrice di un saggio dedicato al contrabbando del sale, un commercio sommerso e alternativo al normale commercio che era sottoposto da parte della Serenissima a fortissime imposizioni fiscali. Nel corso della conferenza la relatrice parlerà della ricerca operata negli archivi veneziani e racconterà come la Serenissima avesse messo in atto una serie di norme ed espedienti sia per mantenere il controllo del commercio sia per sconfiggere il temuto contrabbando del cosiddetto “oro bianco”. L’autrice darà sintesi nel corso dell’incontro raccontando le vicissitudini del sale di Pirano e delle altre saline dell’Alto Adriatico, vicissitudini che molto hanno in comune con quelle delle saline di Cervia. Nella pubblicazione che sarà presentata sono contenuti anche un saggio dello storico del sale Jean Claude Hoquet dal titolo “I sali nel Friuli” e il saggio di Marino Vocci “Sale e saline dell’Alto Adriatico”.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Martedì, 26 Marzo 2019 20:02