Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    La Città di Pola avrà la maggioranza nella «Fratarski»

    Cambiano le percentuali di proprietà in seno alla S.r.l. “Fratatrski”, società che gestisce l’Isola dei frati, il porto nautico di Bunarina con relativi bar e pizzerie, e i trasporti in battello che fa la spola tra isola e terraferma. Con l’ultima modifica al contratto sociale in ordine di tempo (la decisione definitiva in merito spetta al Consiglio cittadino di Pola), la municipalizzata “Luka Pula” rinuncerebbe alla sua parte di proprietà in favore della Città, sua proprietaria. In pratica, dunque, cambia poco, poiché, per così dire, tutta l’argenteria rimane comunque in famiglia. Eppure si propone di agire in questa maniera per arrotondare le quote sociali sotto il diretto controllo del Municipio.
    Ecco spiegata la manovra in termini puramente aritmetici: il capitale sociale della S.r.l. ammonta a 320.000 kune. Attualmente la Città di Pola detiene il 48% delle quote del valore nominale di 153.000 kune, la municipalizzata “Luka Pula” il 3% ovvero 10.200 kune, mentre la S.r.l. “Uljanik Pomorstvo” detiene il 49% delle quote in due pacchetti distinti da 9.800 e 147.000 kune. Ora, Piazza Foro propone di emendare il contratto sociale al fine di accorpare tutto il capitale della Città di Pola, per cui Luka Pula rinuncia al suo 3% in suo favore. Infatti l’articolo 7 del contratto sociale consente questo tipo di trasferimenti di proprietà “tra consanguinei”, in questo caso un ente locale e una sua municipalizzata, purché il passaggio sia attestato da un atto notarile. “Luka Pula” sarà risarcita delle sue 10.200 kune e lascerà la S.r.l. “Fratarski” a mamma Città, che d’ora in avanti deterrà anche formalmente il pacchetto di maggioranza, vale a dire il 51 per cento delle quote. L’ultima parola spetta naturalmente ai consiglieri della Città di Pola, che torneranno a riunirsi mercoledì 20 marzo su convocazione del presidente Tiziano Sošić.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Giovedì, 14 Marzo 2019 12:53