Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Bambini e genitori insieme in Junior +

    By Arletta Fonio Grubiša Ottobre 06, 2018 100

    Il progetto Junior + si lascia ammirare in questi giorni nell’atrio della Biblioteca civica di Pola, tappezzato di lavori artistici creati da genitori e figli che hanno voluto sperimentare il piacere di lavorare e divertirsi tutti assieme in un’atmosfera di giusta serenità e piena libertà creativa. I risultati si vedono eccome, al punto che qualsiasi dei dipinti e ceramiche esposti potrebbero liberamente figurare quali oggetti decorativi di salotto e camerette per ragazzi. Ben 25 famiglie, ossia in tutto 60 “piccoli-grandi” artisti si sono inclusi nei laboratori organizzati dall’Art studio di Pola, in partenariato con la Sezione polese del Centro famiglia operante in seno al Centro d’assistenza sociale di Pisino, mediante sostegno finanziario della Città di Pola e della Regione istriana.

    L’importanza del rapporto familiare

    “Per l’ottavo anno consecutivo cerchiamo di riuscire nell’intento
    di dimostrare l’importanza del rapporto familiare, del trascorrere il tempo assieme e di curare un dialogo positivo”: a sottolinearlo è Jovana Prusac, promotrice del progetto realizzato sotto la guida artistica di Igor Prusac e attivisti volontari, che ha messo in campo pittura, disegno, collage, ceramica, materiali artistici e da riciclo come metodo di ricreazione familiare. E dalla fucina è scaturita una moltitudine di varianti comiche della Gioconda (pettinatura a caschetto, riccioli rosso fiamma, versione skwau indiana, moderna spaziale, afro-americana ), piatti in ceramica dai motivi bicromi (disegni geometrici stilizzati, animali, imbarcazioni, pentagrammi musicali, mandala e altro), dipinti dai colori accesi applicati su polistirene (paesaggi naturali e urbani), disegni buffi (prodotti apparentemente sani, cibo made in Croatia, bevande impensabili per una pubblicità provocatoria) e quant’altro confezionato in compagnia.

    Benessere per tutti

    “Genitori e bambini in età scolare e prescolare – ha rilevato la Prusac –, hanno potuto sperimentare questo percorso vivendo appieno la relazione e conoscendo diverse tecniche artistiche. La frequenza dei laboratori ha permesso di imparare l’atteggiamento creativo per trasferirlo nel quotidiano, ha dato l’opportunità ai genitori di dedicare del tempo creativo di qualità al proprio bambino, facendo sentire tutti a proprio agio, generando un’atmosfera di benessere fisico e mentale per ognuno”. Da quanto appreso, si è investito molto nel rafforzamento della fiducia e dell’armonia nella relazione padre/madre-bambino, proponendo momenti dedicati completamente alla famiglia con possibilità di realizzare insieme piccole opere d’arte e vivere pienamente una situazione all’insegna della complicità, del gioco e del legame affettivo. “Giocando e dipingendo – sottolinea l’ideatrice dei laboratori –, aumentano la stima e l’autostima, la consapevolezza e la gestione delle emozioni e si perviene alla risoluzione dei momenti di tensione tra genitore e figlio grazie alla comprensione dei bisogni di ognuno”.
    Dalle opere esposte si deduce che ogni laboratorio ha avuto un tema variabile a seconda dell’occasione e delle necessità del gruppo. I bambini si sono sentiti liberi di esprimersi anche in presenza degli adulti, percependo lo stato di fiducia incondizionata del genitore che si trova presente soltanto ed esclusivamente per dedicarsi a loro senza fretta né regole. Evidentemente anche i genitori che hanno partecipato all’iniziativa di Art studio si sono sentiti un po’ bambini insieme ai propri figli, sporcandosi senza criterio, imbrattando tele e comunicando arte del vivere.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Sabato, 06 Ottobre 2018 10:12