Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/editfi5/public_html/editnews/components/com_k2/models/item.php on line 763

    Primo tuffo del 2019 per circa venti temerari

    Primo tuffo del 2019 per circa venti temerari Tanja Škopac

    PORTO ALBONA (RABAC) | “Se più persone praticassero i tuffi invernali, ci sarebbero meno ammalati in giro”. Lo ha dichiarato ieri l’albonese Bruno Češljar, dopo aver trascorso in mare, di fronte alla spiaggia sottostante l’albergo “Valamar Sanfior” più di quindici minuti. Češljar è stato uno dei circa venti temerari che hanno partecipato a Porto Albona (Rabac) all’edizione 2019 del tradizionale tuffo in mare nel primo giorno dell’anno. L’incontro è stato organizzato anche quest’anno dal club albonese “Albona Extreme” e dai loro amici della Società sportiva “Trickeri” di Pisino.
    “Ormai non c’è più bisogno di avvertire nessuno e nemmeno di mandare inviti. È diventata una cosa nota che ci ritroviamo qui a Capodanno”, ha affermato Lučano Sošić, presidente del club “Albona Extreme”, dicendosi molto contento di vedere ogni anno un numero di partecipanti significativo e un pubblico ancora più numeroso. Con le condizioni meteorologiche (quasi) primaverili registrate ieri durante il sedicesimo “tuffo di Capodanno”, non poteva essere diverso nemmeno il primo giorno del 2019. I temerari si sono tuffati, come ogni anno, verso le ore 13, dopo una foto di gruppo. Pure quest’anno a unirsi ai membri delle due associazioni sportive e ad alcuni appassionati di mare e nuoto sono stati i sommozzatori della locale Associazione per le attività subacquee. Tra i bagnanti c’era pure Gracijela Grubiša di Pisino, che ha scoperto i benefici del mare invernale solo un paio di anni fa. “Partecipo a quest’evento per la terza volta, mentre dall’anno scorso vado al mare tutti i giorni e quindi anche durante l’inverno. Per questo motivo l’odierna temperatura del mare, che sarà di circa 12 gradi, non è stata uno shock per me, anche se il mare è più freddo di quello a Pola, dove mi tuffo quattro giorni alla settimana”, ha detto la nostra interlocutrice, la quale anche quest’anno si è tuffata a Porto Albona con la sua amica più fedele, la cagnetta Dašenka.
    “Partecipo a quest’appuntamento ogni anno fin dall’inizio. Mi piace il mare, ma anche la compagnia della gente che incontro qui, per cui partecipo volentieri”, ha dichiarato Guido Ljubičić, un altro degli assidui partecipanti, spiegando perché gli piace festeggiare l’anno nuovo con un tuffo in mare a Porto Albona.


    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/editfi5/public_html/editnews/templates/ts_news247/html/com_k2/templates/default/item.php on line 285
    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Mercoledì, 02 Gennaio 2019 15:47