Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    La «Dott. Silvio Fortuna» chiude con buona musica

    VISIGNANO | Ultimo appuntamento dell’anno alla Comunità degli italiani “Dott. Silvio Fortuna” di Visignano. L’incontro è stato introdotto dalla presidente del sodalizio, Luana Poleis, che ha ringraziato i suoi collaboratori, chiedendo però un maggior coinvolgimento dei soci nell’attività del sodalizio. Tra le iniziative, la presidente ha ricordato l’attività della biblioteca e la gita organizzata assieme ad altri sodalizi. Dopo essere stati quest’anno a Gorizia, i soci visiteranno prossimamente un’altra splendida città d’arte e di cultura del Bel Paese: Padova. La CI ha voluto reintrodurre questa tradizione, su cui aveva fortemente insistito il compianto fondatore e presidente del sodalizio, Piero Declich, il cui spirito e ricordo, assieme a quello dei suoi successori Vittorio Zanini ed Erminio Ferletta, è ancora ben presente.A rompere il ghiaccio, nel programma culturale della serata, molto gradito dai presenti in sala, sono state le piccole majorette del sodalizio, che hanno proposto alcune coreografie moderne. Spazio quindi al coro misto “Arpa” che, dopo aver iniziato con la ben nota “Tu scendi dalle stelle”, di S. Alfonso, ha proseguito con altre musiche della scena musicale croata e italiana, concludendo con “Tanto pe’ canta’”, di Nino Manfredi. A dirigere il coro, il Maestro Marko Ritoša, che ha pure cantato e suonato la fisarmonica. Infine, con alcune arie, si è esibita Patricija Žudetić, al secondo anno di Studi musicali a Zagabria.
    La serata è terminata con il rinfresco e il brindisi, accompagnato dall’augurio che il 2019 per la CI e i suoi soci, sia proficuo, all’insegna del passato, ma anche dei giovani, il cui entusiasmo sta animando sempre più questo sodalizio.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Sabato, 29 Dicembre 2018 12:12