Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Umago. Al via i preliminari per la nuova piazza

    By Franco Sodomaco Dicembre 06, 2018 393

    UMAGO | Con la transennatura dell’area che si trova fra l’Università popolare “Ante Babić”, la Biblioteca civica, la Comunità degli Italiani “Fulvio Tomizza”, il centro commerciale e la lunga palazzina in fase di ristrutturazione energetica, sono iniziati i lavori preliminari per la costruzione della nuova piazza Primo maggio.

    Si tratta di una delle zone più belle del centro cittadino, che rasenta via Commerciale e porta al mercato verde di Umago. Nei mesi scorsi, l’area era stata già sottoposta a un regime di traffico particolare, dovuto allo spostamento sulla parte opposta, ovvero davanti all’ufficio postale dell’entrata del parcheggio sotterraneo del centro commerciale. Di conseguenza, la scorsa primavera era stato necessario anche costruire una rotatoria stradale che permetta l’entrata e l’uscita dei veicoli dal parcheggio sotterraneo.
    A causa della chiusura dell’area in questione, dove sarà costruita la nuova piazza, quest’anno anche il mercatino di Natale è stato spostato nel parco dell’Università popolare aperta. Il costo della piazza potrebbe essere piuttosto alto anche di una decina di milioni di kune, ma il valore esatto dei lavori sarà noto in un secondo tempo, come pure i tempi di realizzazione. La scorsa primavera, tanto per citare un esempio, quasi tutti i lavori in via Tribie, in centro, sono durati molto più del previsto per cui, quando si lavora nei mesi invernali e primaverili, vista anche l’incertezza delle condizioni meteorologiche, è meglio non pronunciarsi troppo sui termini di ultimazione dei lavori. Inoltre, potrebbero verificarsi degli imprevisti con le infrastrutture fognarie, idriche, elettriche, telefoniche e stradali.

    La nuova piazza di Umago
    Nuovo ciclo di investimenti

    Umago, dunque, prosegue con gli investimenti prestabiliti per il periodo 2010-2020 che sono tantissimi e riguardano praticamente tutte le sfere di attività. Oltre alla ristrutturazione di vie e piazze, Umago si è costruita una delle più belle Case di riposo della Croazia, diversi asili, che oggi sono gratuiti per tutti i bambini, e tanto ancora.
    Con 200 milioni di kune stanziati l’anno scorso per il miglioramento dell’infrastruttura infrastrutture e altri 100 milioni assicurati per gli interventi di quest’anno, la Città di Umago ha creato, inoltre, i presupposti per lo sviluppo dell’economia, dando vita a un nuovo ciclo di investimenti che interesseranno anche la sfera sociale. Concretamente, il sindaco Vili Bassanese (SDP) si gioca tutti gli assi, puntando sulla costruzione della Scuola media superiore a Comunella, della scuola di Morno, di ben 122 alloggi con la formula agevolata (venduti alle giovani famiglie al prezzo di circa mille euro al metro quadrato), nonché sull’allargamento della zona industriale e artigianale e della nuova zona commerciale “Marketi”, dove sono stati aperti 300 posti di lavoro nuovi. Per una città come Umago che conta 15.500 abitanti si tratta di interventi importanti, perché tutti investimenti che, in alcuni casi – come le scuole per esempio –, spetterebbero ai fondatori (Regione o Stato).

    Alloggi per i giovani

    I termini di realizzazione di tutti questi investimenti, sono relativamente brevi, due-tre anni, e anche di meno. Dopo i 122 alloggi già costruiti ad Umago nella zona Comunella- Spinel, con la formula agevolata, ora si sta progettando una nuova palazzina con altri 120 alloggi per i giovani che sarà realizzata quasi sicuramente l’anno venturo.
    Ben 300 posti di lavoro sono stati aperti nella nuova zona commerciale “Marketi”, zona che comprende 11,8 ettari di cui 5,4 per gli imprenditori e 1,45 per servizi vari. Già fatte tutte le infrastrutture: metanizzazione, sistema di smaltimento delle acque piovane, energia elettrica, illuminazione pubblica, aree verdi.
    Nella zona industriale di Ungaria si stanno svolgendo i lavori infrastrutturali per la realizzazione di nuovi 17 lotti per l’economia: nella zona la città investe fior di quattrini per le infrastrutture stradali, metanizzazione, energia elettrica, canalizzazione e smaltimento acque piovane. Si tratta della prima zona industriale dell’Istria che è stata completamente metanizzata. In questa zona, Umago, sta investendo 17,7 milioni di kune.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Giovedì, 06 Dicembre 2018 11:52