Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Festa dell’uva... ci siamo!

    By Erika Barnaba Settembre 14, 2018 190

    BUIE Ci siamo! La Festa dell’uva, una delle più antiche feste popolari dell’Istria, della quale le prime testimonianze scritte risalgono a 113 anni fa, al 1905, sarà da oggi a domenica l’epicentro degli avvenimenti nel Buiese, in concomitanza con l’apertura dell’antica cantina sociale. Alle sue origini, questa festa segnava simbolicamente l’inizio della vendemmia, mentre oggi è diventata una festa piena di tradizioni e sfumature. Il programma, ricco di eventi culturali, musicali e sportivi, è stato presentato da Fabrizio Vižintin, sindaco della Città di Buie, Valter Bassanese, direttore dell’Ente turistico, Rosanna Bubola, direttrice dell’Università Popolare Aperta, affiancata dalla collega e giovane archeologa Tanja Šuflaj, Rino Duniš, presidente del Consiglio cittadino di Buie e Robert Buzdakin, direttore dell’azienda locale di marketing e comunicazione, “Ekstremni Marketing”.

    Quest’anno si punterà molto sulla valorizzazione delle antiche tradizioni e dei prodotti locali. Rimangono ben saldi i punti che caratterizzano la festa: le cantine aperte del venerdì, visita delle cantine buiesi accompagnata musicalmente dal complesso della CI locale, la manifestazione “Alla corte di Bacco” del sabato e infine la sfilata dei carri allegorici e il gioco della tombola la domenica pomeriggio. Alla fiera dell’artigianato, che tutti e tre i giorni aprirà in piazza Libertà alle ore 10, si potranno degustare i prodotti tipici di 30 produttori provenienti da Croazia, Slovenia e Italia e vini del Buiese.

    Alla corte di Bacco
    “Abbiamo voluto iniziare da qui, dagli antichi lavatoi restaurati, perché essi avranno un ruolo importante durante la manifestazione. Qui si svolgerà l’evento ‘Winenote’, che unirà musica e vini tipici del Buiese. La degustazione dei vari assortimenti di vino sarà accompagnata da dolci d’uva con accompagnamento di musica dal vivo”, ha spiegato Bassanese. Il ricco programma musicale è stato esposto da Tanja Šuflaj, mentre Rosanna Bubola si è occupata della stesura dell’intero programma della manifestazione. “Quest’anno abbiamo a disposizione un gruppo organizzativo di persone splendide – ha dichiarato la direttrice dell’UPA buiese –, alle quali rivolgo i miei più profondi ringraziamenti, perché senza di loro tutto questo non sarebbe possibile. Il programma – ha precisato – include anche lo svolgimento di vari sport con diverse presentazioni, tornei e competizioni, accompagnati da alcune esibizioni di ballo. Molto interessante anche il programma ‘Alla corte di Bacco’, che vedrà la partecipazione degli attori dell’Istria Inspirit”.

    Personaggi tradizionali
    Soddisfatto del ricco programma, Rino Duniš ha colto l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato e supportato l’organizzazione dell’evento, mentre il sindaco Fabrizio Vižintin ha voluto far notare che anche i manifesti rappresentanti personaggi tradizionali della località inviano un messaggio importante, che si tratta di una festa per i giovani e per tutti coloro che si sentono sempre giovani nello spirito. In conclusione, Vižintin ha sottolineato pure l’importanza che questa manifestazione ha per la Città di Buie, per l’amministrazione comunale e per i suoi cittadini, invitando tutti a recarsi a Buie per trascorrere delle felici giornate all’insegna dello sport, della cultura, della tradizione e del divertimento.

    Cantine aperte
    La 113ª edizione è iniziata in pratica ieri, con l’inaugurazione del campo di bocce, seguita da un torneo organizzato dall’Associazione dei pensionati del Buiese, presso la Casa di caccia. Stamattina, gli alunni delle elementari daranno vita all’ormai tradizionale Ex tempore per bambini. Alle 10 verrà aperta la “Fiera autunnale dell’artigianato”, alla quale partecipano una trentina di espositori provenienti da varie località, mentre alle 18 nella galleria Orsola verrà inaugurata la mostra personale “Papiri: iz ciklusa memorije” (Carte: dal ciclo memoria) di Silvana Konjevoda. Alle 19 l’attesissimo appuntamento delle Cantine aperte, con i concertini itineranti della banda della Comunità degli Italiani di Buie nelle cantine. Per gli amanti delle carte invece, appuntamento nella sede della CI con il tradizionale torneo di briscola e tressette, le cui iscrizioni si aprono alle ore 18.

    Musica, spettacolo e sport
    Non mancheranno musica e spettacolo. In piazza Libertà sarà il gruppo musicale “Bukaleta” ad animare la serata, mentre la tanto attesa klapa “Intrade” si esibirà in piazza Tito, seguita dai “Veja”. La settimana della Festa dell’uva è anche un lungo incontro sportivo che coinvolge appartenenti a tutte le età, a partire dalla gara di pesca sul fiume Quieto e quella di fitness sul colle delle scuole, al torneo di kickboxing, al torneo internazionale femminile di pallamano e a quello di tennis, che si svolgeranno rispettivamente nella palestra e presso la zona sportiva locale. Sabato mattina si potranno ammirare i cuccioli dei cani da caccia del Buiese, durante la tradizionale rassegna cinofila o assistere nelle ore pomeridiane all’incontro di calcio tra Buie e Nehaj. AL vecchio lavatoio, alle ore 15, si terrà il Festival dei dolci con l’uva, con protagonista la conosciuta pasticcera Dragica Lukin, mentre qualche ora più tardi, nello stesso posto gli ospiti e amici di Conselve, comune italiano della provincia di Padova, in Veneto, presenteranno i prodotti tipici della loro località con successiva degustazione. In piazza Libertà sarà presente anche l’associazione Boletus del Buiese, con impegnatio gli alunni delle scuole elementari a presentare nelle ore pomeridiane “El calieron de funghi”, con annessa una mostra. In piazza Tito, dopo un momento di zumba con Marin, nelle ore serali il gruppo “Wild Country Dancers” dell’Associazione Liv, muniti di stivali e cappello da cowboy, presenterà un programma di balli country e line dance. Per le musiche nelle ore notturne si preoccuperanno il duo Hačo e Toro, il celebre gruppo “Hladno pivo” e i “Techno vikings”.
    Una domenica intensa
    Domenica sarà la volta del tiro al piattello, del torneo internazionale di pallamano per ragazzi, del torneo di scacchi, delle finali del torneo di tennis per bambini e della presentazione del neoformato Club di lotta greco – romana. Non mancherà, alle ore 16, la tradizionale vendita della crostata a scopo umanitario, preparata con 2018 chicchi d’uva, seguita dalla sfilata dei carri allegorici. La sera di domenica 16 settembre, ultimo giorno di festa, come ogni anno moltissimi sfideranno la Dea bendata con il gioco della tombola per portare a casa il primo premio che ammonta questa volta a ben 20.000 kune. La serata si concluderà con un concerto della banda d’ottoni della CI di Buie, e le musiche dei DJ Filip motovunski & Ervin, di Elio Pisak e de gruppo Platana.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 14 Settembre 2018 09:02