Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Il Monte Maggiore avrà un «quartier generale»

    By Moreno Vrancich Dicembre 01, 2018 71

    L’ente pubblico Parco naturale del Monte Maggiore ha inaugurato ieri i lavori di ristrutturazione dell’edificio che una volta ospitava l’ex fattoria avicola e che si trova sul passo del Poklon: in un prossimo futuro diventerà un moderno e attrezzato Centro visitatori. “Parliamo di un’area di grande e rara bellezza, di natura, di paesaggi, alla quale però manca un Centro per accogliere tutti i visitatori che salgono fino al Poklon. Finalmente potremo dare il degno benvenuto a turisti, appassionati della natura e della montagna e a visitatori occasionali presentando loro le bellezze del Parco. La sede sarà dotata di tutti i contenuti necessari per svolgere l’attività: uffici amministrativi, negozio di souvenir, punto di ristoro e museo tematico. Al piano superiore ci sarà un’aula per svolgere le lezioni dedicate ai ragazzi e per proiezioni di vario tipo, con altri contenuti dedicati agli amanti degli sport della montagna. Sarà uno spettacolo”, ha affermato il direttore del Parco, Egon Vasilić.

    Alla cerimonia era presente anche il ministro della Tutela ambientale e delle Politiche energetiche, Tomislav Ćorić, il quale ha parlato dell’importanza di quest’investimento. “Il progetto del valore di 49.907.256,75 kune verrà realizzato in larga parte grazie ai mezzi a fondo perduto europei, che ammontano a 32.760.684,77 kune. Questi finanziamenti permetteranno l’avvio di un ciclo di investimenti molto importanti per tutto il territorio, che nei prossimi anni saprà assecondare le necessità degli appassionati della montagna, ma pure di semplici visitatori o turisti”, ha dichiarato Ćorić.
    Il presidente della Regione Istriana, Valter Flego, che ha fatto gli onori di casa dando il benvenuto al ministro, ha definito il Monte Maggiore come una seconda casa, ma pure un’importante risorsa per l’intero territorio. “Questa montagna ci unisce e sicuramente non ci divide con la Regione litoraneo-montana. Un po’ tutti abbiamo capito il potenziale del Monte Maggiore e siamo seriamente intenzionati a rivitalizzare l’intero territorio con diversi contenuti. Abbiamo assunto l’impegno per la costruzione della funivia che andrà da Medea fino alla vetta, e ora siamo pronti a dare il nostro contributo pure a questo progetto. Inoltre, è stato avviato un processo di valorizzazione di tutta la Ciciaria, perché siamo consapevoli della necessità di creare nuovi contenuti per coinvolgere la gente”, ha affermato Flego.
    All’inaugurazione erano presenti anche il sindaco di Abbazia, Ivo Dujmić, il sindaco di Laurana, Bojan Simonič, e il sindaco di Draga di Moschiena, il connazionale Rikardo Staraj. La loro presenza ha testimoniato l’importanza del progetto e l’ampio impatto che avrà su tutto il territorio.
    La prima parte dei lavori, ossia quelli che riguardano l’infrastruttura e l’edificio stesso, terminerà entro 16 mesi. Quindi serviranno ancora un paio di mesi per sistemare gli arredi interni e procedere all’allestimento di una mostra tematica. I lavori sono stati affidati all’azienda edile albonese De Conte.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Sabato, 01 Dicembre 2018 13:42