Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Gruppo di profughi sorpreso a Drenova

    Veli vrh Veli vrh Ivo Vidotto

    Si fa sempre più critica la crisi migratoria. Ieri per tutta la giornata a Drenova le forze dell’ordine hanno tenuto chiusa la strada che conduce a Veli Vrh per la presenza di un gruppo profughi. Stando a voci ufficiose questi, nel tentativo di raggiungere il confine sloveno, e quindi entrare nell’area Schengen, avrebbero sbagliato strada e sarebbero arrivati a Drenova. Da mesi nei boschi del circondario fiumano vengono avvistati numerosi gruppi di profughi che cercano di entrare illegalmente in Slovenia per raggiungere i Paesi dell’Europa occidentale.
    Spinti dalla disperazione, i profughi si sono resi protagonisti pure di atti punibili dalla legge. La settimana scorsa, infatti, un gruppo di migranti aveva fatto irruzione in alcune case di villeggiatura sul Piccolo Platak in cerca di riparo in seguito al forte maltempo, mentre ultimamente sono arrivate anche segnalazioni del loro passaggio nei comuni di Mattuglie, in particolare tra i paesi di Sappiane, Mune e Seiane (Žejane), come pure a Laurana, nelle vicinanze di Dobreć e della galleria del Monte Maggiore. Tra i residenti inizia a serpeggiare un crescente timore per la loro presenza ed episodi analoghi sono destinati, purtroppo, a ripetersi sempre più spesso.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Mercoledì, 07 Novembre 2018 11:34