Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Bilancio, la bozza supera il primo esame

    PIRANO | La bozza del Bilancio di previsione del Comune di Pirano, che ammonta a oltre 30 milioni di euro, è stata approvata in prima lettura dai consiglieri municipali, alla seduta di martedì sera, con 18 voti a favore e 6 contrari. Sono previste entrate pari a 25 milioni e 225mila euro, mentre da quanto rilevato dal sindaco Đenio Zadković, il Comune ha intenzione di indebitarsi, tra l’altro, per una somma pari a un milione e 815mila euro, per un periodo di 15 anni, da destinare al poliambulatorio di Santa Lucia e al Centro di sport acquatici. Dalle Commissioni e dai Comitati comunali è arrivato il parere positivo al Bilancio 2019, con le osservazioni esposte dai rispettivi presidenti. Ha ribadito la sua soddisfazione il consigliere Andrea Bartole, a capo della Commissione per la nazionalità italiana e di quella giuridico-statutaria, ricordando che sono state accolte le necessità della CNI nel Comune di Pirano, alla quale spettano poco più di 221mila euro. Le osservazioni emerse nei Comitati e nelle Commissioni municipali saranno esaminate dai servizi competenti e prese in considerazione per il documento definitivo. Tra i consiglieri comunali non sono mancate le perplessità riguardo gli investimenti previsti, reputati non necessari al momento, come il Centro di sport acquatici, visto che nel Comune ci sarebbero istituzioni prescolastiche bisognose di ristrutturazione. La consigliera Meira Hot dei Socialdemocratici, ha definito equilibrata la proposta, grazie anche al riporto elevato della precedente amministrazione, esprimendo il proprio rammarico per l’assenza di fondi destinati alle piste ciclabili o al garage coperto nella città di Pirano. Marina Sorta, consigliera della lista “Pirano è nostra”, ha proposto di avvalersi di un sistema di sorveglianza sull’impiego dei fondi e sull’esecuzione generale del Bilancio, specie per quanto riguarda il Centro di sport acquatici, dove, così la Sorta, si bisticcia da quarant’anni. All’ordine del giorno della terza seduta del Consiglio comunale anche le nomine. Tra le delibere, Ingrid Šuber Maraspin sostituirà Marina Knez quale rappresentante del Comune di Pirano all’interno del Consiglio del Parco naturale di Strugnano.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Giovedì, 14 Marzo 2019 12:44