Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Ancarano. La priorità è approvare il bilancio

    ANCARANO | In un clima disteso e amichevole, il Consiglio comunale di Ancarano ha sbrigato martedì sera in poco più di mezz’ora, le formalità legate alla propria costituzione. Sotto la guida del consigliere anziano, Zoran Pavič di “Slovenia per sempre”, è stata formata la commissione per le nomine, che ha poi provveduto a verificare la regolare elezioni dei 13 consiglieri municipali, avvenuta il 18 novembre scorso, compresa la rappresentante della Comunità Nazionale Italiana, Martina Angelini. Ben 10 seggi su 12 sono andati ai rappresentanti del movimento “Amiamo Ancarano”, guidato da Gregor Strmčnik, l’ultimo, invece, è spettato a Ivan Klun di “Uniti per Ancarano”. Il Consiglio ha poi confermato l’avvenuta elezione del sindaco Gregor Strmčnik, che ha ottenuto oltre il 70 per cento delle preferenze. Lo stesso Pavič, nel cedergli la conduzione della seduta e la parola, ha ammesso che il primo cittadino appena riconfermato ha svolto un pregevole lavoro nello scorso quadriennio. Il sindaco del più giovane Comune sloveno si è congratulato con i consiglieri per la loro elezione, esprimendo la certezza che l’organismo saprà collaborare per il bene della collettività. Ha rivolto un saluto particolare al consigliere del seggio specifico, rilevando l’importanza della Comunità Nazionale Italiana per Ancarano, alla quale ha assicurato anche in futuro il massimo sostegno possibile e il pieno rispetto dei suoi diritti costituzionali, come promesso all’atto della nascita della nuova municipalità. Pur senza voler pregiudicare la decisione sulla nomina del vicesindaco italiano, spettante in ultima istanza alla CAN comunale, Strmčnik si è detto certo che Martina Angelini farà parte del suo gabinetto e potrà dare una valido contributo alla gestione della municipalità. Ai due consiglieri non eletti sulla lista del suo movimento ha garantito, invece, dialogo e confronto su progetti validi e considerati utili per tutti. A suo avviso l’opposizione, benché abbia dimezzato la propria presenza in Consiglio, svolgerà un importante ruolo di controllo sulle decisioni prese. I consiglieri eletti sono stimati concittadini, noti nei rispettivi campi d’attività e il sindaco si è detto certo che manterranno le promesse fatte agli elettori. Tra queste vi è anche la partecipazione alla stesura del bilancio di previsione comunale. Strmčnik ha annunciato per il 18 dicembre prossimo una seduta dedicata al documento finanziario, che sarà preceduta da una consultazione informale per prendere in visione le proposte formulate dall’amministrazione precedente e formulare proposte aggiuntive, raccolte tra i residenti ad Ancarano. In tal modo, ha rilevato ancora il primo cittadino, il bilancio potrebbe essere approvato prima di Capodanno e sarebbe evitato che i finanziamenti siano dettati, in dodicesimi, dall’esercizio provvisorio sulla base della Finanziaria 2017. Ne soffrirebbero soprattutto gli investimenti, che rimarrebbero temporaneamente bloccati. Martedì ha fatto il suo esordio in politica la consigliera connazionale, Martina Angelini. Nella dichiarazione che ci ha rilasciato si è detta emozionata per l’accoglienza avuta e orgogliosa del gravoso incarico che le è stato affidato. Si è detta pronta ad affrontare gli impegni che la attendono, mantenendo stretti i rapporti con la CAN e concentrandosi sulle questioni più importanti per la CNI, dal rispetto del bilinguismo alla cultura per finire con il potenziamento degli enti scolastici italiani, ma senza mai dimenticare le questioni di rilievo per tutta la comunità locale, che finiscono poi per interessare anche i cittadini di nazionalità italiana.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Giovedì, 06 Dicembre 2018 13:17