Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Documentario TV sul lascito Grisoni

    CAPODISTRIA| La Biblioteca centrale “Srečko Vilhar” ha presentato ieri in anteprima il documentario di TV Capodistria dedicato alla biblioteca della nobile famiglia capodistriana Grisoni. Rifacendosi al convegno scientifico della primavera scorsa, l’autrice Alessandra Argenti Tremul ha ricostruito la storia del nobile casato, il lascito librario, donato alla città dall’ultimo erede Francesco, le opere di bene a favore dei bisognosi e soprattutto dai bambini, gestite dalle sue fondazioni e dal Pio istituto della famiglia. La giornalista-documentarista per raccontare gli eventi che hanno al centro dell’attenzione i Grisoni, si è avvalsa della collaborazione di eminenti esperti capodistriani, veneziani, lubianesi e triestini. Storici, esperti in letteratura italiana e francese, archivisti, bibliotecari, con in testa il professor Salvator Žitko, hanno dato il loro contributo per far comprendere l’importanza dei Grisoni, delle loro parentele con altri blasonati e facoltosi casati, che hanno fatto accrescere la potenza dei nobili abitanti di Capodistria. Come rilevato dal direttore della biblioteca, David Runco, il documento filmato, prodotto da TV Capodistria per la regia di Dean Grgurica, presenta in modo completo e accattivante un periodo storico molto importante per la città. Entrando e uscendo dai palazzi che contano con la troupe, viene avvicinato al grande pubblico il lascito librario di inestimabile valore, rimasto in buona parte intatto nelle varie biblioteche capodistriane e poi confluito negli antichi armadi del Dipartimento di storia patria, della “Vilhar”, guidato da Peter Štoka. Alla presenza del presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul e della consigliere comunale, Ondina Gregorich Diabatè, che ha parte attiva in uno dei filmati, il redattore responsabile dei programmi televisivi italiani, Robert Apollonio, ha elogiato l’impegno profuso dalla giornalista Alessandra Argenti Tremul e da tutti i suoi collaboratori, che hanno speso lunghe ore in ricerche, sopralluoghi e riprese, per passare poi all’altrettanto impegnativo lavoro di post produzione. Il documentario, della durata di 55 minuti, ha visto le relazioni degli esperti intercalate da alcuni inserti, recitati dai ragazzi della Scuola elementare italiana “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” che hanno spiegato l’uso della app allestita dalla Biblioteca centrale per far visitare ai turisti i siti legati alla famiglia Grisoni, ma anche altri monumenti storici di rilievo. Il documentario sarà messo in onda da TV Capodistria il 9 dicembre prossimo, alle ore 21.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Martedì, 04 Dicembre 2018 12:08