Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Commemorazioni nei campisanti

    Commemorazioni in tutti i principali cimiteri, deposizione di fiori e lumini hanno contraddistinto, come da tradizione, la Giornata dei defunti anche nell’area costiera. Sin dai giorni precedenti la ricorrenza, i luoghi di sepoltura della regione sono stati presi letteralmente d’assalto, con parcheggi e vie limitrofe intasati di macchine in sosta. La consueta corsa agli addobbi quanto più ricchi con i crisantemi a fungere da base per le composizioni, non si sarebbe verificata. I fiorai, alcuni dei quali hanno allestito bancarelle aggiuntive all’entrata dei camposanti, hanno denunciato una flessione nelle vendite, sebbene i prezzi non siano lievitati sensibilmente rispetto allo scorso anno. Dando uno sguardo alla distesa di tombe nelle ore serali è sembrato di cogliere anche un calo dei lumini accesi. Le campagne ambientaliste che denunciavano l’inquinamento dell’ambiente dovuto alla plastica, non sempre adeguatamente riciclata, soprattutto in provincia, hanno forse convinto i visitatori dei cimiteri ad accendere un cero in meno e a rivolgere un pensiero in più ai propri cari scomparsi. È stata rilanciata l’azione umanitaria per sostituire il lumino con un messaggio sms al numero 1919 con il motto Svecka o Svecka5. Il ricavato sarà devoluto ai bisognosi. Negli anni scorsi, grazie all’impegno di 120 organizzazioni e 400 volontari, sono stati così raccolti oltre 250mila euro. L’eccezionale ondata di maltempo dei giorni scorsi ha forse impedito ad alcuni di rendere omaggio di persona ai defunti. Il vento e la pioggia hanno causato qualche danno anche ai sepolcri, fatto volare via fiori e lumini. Corone di fiori sono state deposte ai piedi dei monumenti che ricordano i Caduti di tutte le guerre, ma anche, in concomitanza con la Giornata della riforma protestante, ai cippi dedicati a personaggi illustri per la storia cittadina, come ad esempio Pier Paolo Vergerio il Giovane.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 02 Novembre 2018 11:58