Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Cimiteri: parcheggi e autobus gratuiti

    La ricorrenza di Ognissanti e la commemorazione dei defunti portano con sé un incremento delle visite ai cimiteri e di conseguenza dell’aumento del traffico. I Comuni di Capodistria e Pirano, come ogni anno, adottano una serie di provvedimenti per facilitare l’accesso ai cimiteri e le visite ai sepolcri dei propri cari. La municipalità di Capodistria organizzerà un servizio di autobus gratuito per il cimitero di San Canziano e consentirà, inoltre, l’uso dei parcheggi P + R presso la stazione degli autobus della città, a poca distanza dal camposanto e accessibili attraverso il sottopassaggio. Saranno gratuiti da oggi, mercoledì, a venerdì, 2 novembre. Oggi e domani sarà a disposizione anche un servizio autobus gratuito che collegherà Monte San Marco, Semedella, Olmo, Salara e il centro di Capodistria con il cimitero. Nelle aree dove è atteso un traffico più intenso sarà inoltre potenziata la presenza di agenti di Polizia o di vigilanza municipale per facilitare la viabilità. Presso il cimitero di San Canziano, come da tradizione, il vescovo di Capodistria, monsignor Jurij Bizjak, officerà nel pomeriggio di domani, giovedì, la Messa in suffragio di tutti i defunti. Anche il Comune di Pirano si è organizzato per facilitare il pellegrinaggio al cimitero sovrastante la città. Il parcheggio di Arse e l’omonimo garage saranno gratuiti oggi e domani. Dall’azienda pubblica “Okolje” che si occupa anche della manutenzione del cimitero, invitano inoltre ad accendere meno lumini, il cui smaltimento diventa sempre più complesso. In un comunicato sollecitano di pensare anche a chi verrà dopo di noi e all’ambiente, dedicando ai propri cari qualche pensiero in più e qualche lumino in meno.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Mercoledì, 31 Ottobre 2018 11:51