Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Un cobra velenoso nel centro storico di Pirano

    Immagine illustrativa Immagine illustrativa Peter Kraayvanger/Pixabay (CC0)

    Proseguono gli accertamenti della Polizia per chiarire l’inquietante ritrovamento, in pieno centro a Pirano, di un serpente velenoso. Appartenente alla famiglia dei cobra sputatori, il rettile è stato avvistato, fotografato e catturato da due passanti nei pressi del teatro: poi hanno avvisato l’Associazione nazionale degli erpetologi. Quest’ultimi non hanno nascosto la loro sorpresa per essersi trovati al cospetto di un esemplare velenoso, originario delle zone desertiche e in grado di causare la cecità permanente nell’individuo che riuscisse a colpire agli occhi con il proprio potente veleno. Gli inquirenti hanno aperto un fascicolo contro ignoti per omissione di sorveglianza di animali pericolosi. I primi sospetti si sono subito concentrati sugli organizzatori della mostra di animali velenosi, svoltasi sino al 3 settembre scorso a Palazzo Trevisini, a poche centinaia di metri dal luogo dove il serpente è stato rinvenuto. I responsabili hanno respinto ogni addebito, specificando che tra i serpenti esposti vi erano altri tipi di cobra, che tutti erano regolarmente chiusi con un lucchetto nelle loro scatole di legno e che nessuno mancava all’appello al momento di lasciare Pirano. Non è escluso che il rettile possa pervenire da qualche raccolta privata, sempre più popolare anche in Slovenia. Meno probabile che possa essere stato trasferito in porto a Capodistria con carichi di frutta tropicale e a Pirano in qualche scatola.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Mercoledì, 10 Ottobre 2018 11:36